Cronaca Mondragone

Da 17 anni non demolisce la casa abusiva, il Comune ci riprova e fissa i ‘paletti’

L’ordinanza prevede che se non lo faccia il proprietario ci penserà l’Ente a spese del titolare

Dal 2004 una casa abusiva, costruita su una zona sottoposta a vincolo idrogeologico, non viene abbattuta dal proprietario e il Comune di Mondragone ci riprova con una nuova ordinanza di demolizione firmata dal responsabile Salvatore Catanzano.

In pratica nel 2004 il titolare chiede il condono edilizio ma riceve subito il 'no' dell'Ente perché "l'abuso è insanabile visto che è su una zona sottoposta a vincolo idrogeologico".

C'è stato un nuovo round nel 2012 e ora ecco che nel maggio 2021 emerge che "le opere risultano ancora in essere senza alcun titolo edilizio" e quindi sono "completamente abusivi".

Ecco quindi una nuova ordinanza con la quale si ordina di demolire l'abitazione in località Sant'Anna a Monte con la disposizione che qualora non lo faccia il proprietario lo farà il Comune a spese dello stesso proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da 17 anni non demolisce la casa abusiva, il Comune ci riprova e fissa i ‘paletti’

CasertaNews è in caricamento