Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Castel Volturno

Abusi sessuali sulla cugina minorenne: il giudice lo assolve

La relazione tra i due era iniziata quando anche l'imputato aveva meno di 18 anni

Assolto perché il fatto non sussiste. È quanto disposto dalla nona sezione del tribunale di Napoli, presieduta da Vincenzo Caputo, nei confronti di C.A., 25enne di Castel Volturno, accusato di violenza sessuale ai danni della cugina minorenne.

Secondo quanto ricostruito dalla Procura partenopea, il 25enne, assistito dall'avvocato Ferdinando Letizia, nel 2017, mentre era ospite a Napoli presso la casa dello zio paterno, avrebbe abusato della cuginetta di 14 anni. Dapprima si sarebbe infilato nel letto dove riposava la ragazzina. Poi l'avrebbe toccata e cercato di baciarla. L'avrebbe poi portata in bagno e costretta ad un rapporto orale completo minaccionadola poi di stare zitta.

Nel 2020 parte la denuncia, quando a causa di alcuni strani svenimenti la ragazza viene portata in ospedale. In seguito ad accertamenti viene fuori un disturbo da conversione nato da violenze sessuali subite in passato. Da tale diagnosi vengono avviate le indagini. Nel corso del dibattimento la difesa ha rivelato numerose discrasie nel racconto della vittima e che la 'relazione' tra i cugini era nata quando anche l'imputato era minorenne e che gli atti sessuali compiuti sarebbero quindi avvenuti tra due minorenni. Tesi accolta dal tribunale partenopeo che ha assolto il 25enne. La Procura aveva invocato una condanna a 5 anni e 2 mesi di reclusione e 3000 euro di multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi sessuali sulla cugina minorenne: il giudice lo assolve
CasertaNews è in caricamento