rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Grazzanise

Abusi al cimitero, condannato dirigente del Comune

Malena ha incassato 3 anni. Assolto l'altro imputato Giacco

Tre anni al dirigente dell'area tecnica del comune di Grazzanise Francesco Malena. Questa la sentenza pronunciata dal giudice Francesco Ciocia del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Assolto l'altro imputato, Gioacchino Giacco, perché il fatto non sussiste (lo stesso pm aveva invocato l'assoluzione). 

Si è conclusa così la vicenda processuale che vedeva imputato il dirigente per abuso d'ufficio, falso ed omissione di atti d'ufficio relativamente alla realizzazione di alcuni interventi edilizi 'abusivi' al cimitero di Grazzanise. Secondo quanto ricostruito, le opere sarebbero state realizzate senza permesso a costruire e sulla base di una Scia, sospesa per irregolarità amministrative. 

Malena, inoltre, avrebbe attestato falsamente che vi erano "solo delle incongruità amministrative" e non un non meglio precisato abuso non sanato per il quale non sono stati disposti provvedimenti. La vicenda dei lavori 'abusivi' era stata segnalata dalla proprietaria di una cappella gentilizia, adiacente a quella oggetto degli interventi, che sarebbe stata danneggiata dal dirigente comunale, costituitasi in giudizio con l'avvocato Cocchiaro. I due imputati sono stati difesi, invece, dagli avvocati Emilio Maddaluna e Giuseppe Caccavale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi al cimitero, condannato dirigente del Comune

CasertaNews è in caricamento