menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
164844_rapina-gioielleria

164844_rapina-gioielleria

Con abiti griffati e pistola nella borsa rapinano gioielleria: in cella due giovanissimi fidanzati

Caserta - A Polizia di Stato di Caserta in data odierna ha tratto in arresto due persone responsabili di rapina a mano armata, del valore complessivo di circa 50.000 euro nei confronti della proprietaria di una gioielleria del centro di Caserta...

A Polizia di Stato di Caserta in data odierna ha tratto in arresto due persone responsabili di rapina a mano armata, del valore complessivo di circa 50.000 euro nei confronti della proprietaria di una gioielleria del centro di Caserta. Alle ore 11.00 circa giungeva sulla linea 113 una telefonata da parte di un utente che avvertiva di una rapina appena consumata presso una gioielleria sita in questa via S.Carlo. Immediatamente sul posto confluiva personale dei Falchi della Squadra Mobile e dell'U.P.G.S.P. della Questura di Caserta che , dopo aver appreso dalla vittima la descrizione dei tratti somatici e dell'abbigliamento dei malfattori si ponevano alla loro ricerca, perlustrando le aree limitrofe a via S.Carlo. In piazza Matteotti individuavano una donna corrispondente alle descrizioni fornite dalla vittima che veniva bloccata; la donna, successivamente riconosciuta dalla vittima come coautrice della rapina, recava in un grosso borsone nero la refurtiva e la pistola utilizzata per intimidire la titolare della gioielleria a consegnare il contenuto della cassaforte. Gli Agenti individuavano il complice della donna, anch'esso riconosciuto dalla vittima, per i tratti somatici e i capi d'abbigliamento indossati ; infatti quest'ultimo per non destare sospetti aveva indossato abiti eleganti griffati. La refurtiva veniva immediatamente riconsegnata alla titolare della gioielleria.

Gli arrestati sono fidanzati, 27 anni lui e 24 anni lei. Una sorta di Bonnie e Clyde in versione italiana, che ora dovranno rispondere dell'accusa di rapina a mano armata. Nel loro curriculum criminale, hanno scoperto gli investigatori, altri reati contro il patrimonio commessi in passato.
Fondamentale per la buona riuscita dell'operazione si è rivelata la collaborazione dei cittadini che numerosi, non solo non hanno esitato a dare l'allarme attraverso il 113 ma hanno anche fornito utili elementi per l'individuazione e l'arresto dei malfattori I due rapinatori C.R. e S.A. venivano condotti presso la casa circondariale di S.Maria C.V. a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento