menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
163532_sigarette_bionde_sequestro_gdf

163532_sigarette_bionde_sequestro_gdf

Gdf arresta 52enne per contrabbando di sigarette

Aversa - Prosegue il piano coordinato di controllo economico del territorio caratterizzato da azioni mirate e sistematiche condotte contemporaneamente dai Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta per il contrasto del...

Prosegue il piano coordinato di controllo economico del territorio caratterizzato da azioni mirate e sistematiche condotte contemporaneamente dai Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta per il contrasto del traffico e della minuta vendita di tabacchi lavorati esteri.
I Finanzieri del Nucleo Operativo del Gruppo di Aversa hanno tratto in arresto un cittadino di nazionalità italiana, S.A. di 52 anni, originario di Arzano, colto in flagranza di reato mentre trasportava sigarette di contrabbando con la propria autovettura.Nel mirino delle Fiamme Gialle, in servizio di pattugliamento nella zona compresa tra le province di Caserta e Napoli, una Fiat 600 individuata mentre transitava nel Comune di Casoria ed usciva da un'area privata adibita a ricovero autovetture in box seminterrati.
I Finanzieri, insospettiti dall'atteggiamento del conducente che nell'arco di pochi minuti era più volte entrato ed uscito da un garage, hanno deciso di intervenire ispezionando il mezzo e rinvenendo 10 Kg. di sigarette stivate nel bagagliaio.Successivamente avuto il sospetto dell'esistenza di un deposito di sigarette di contrabbando nella zona, i militari hanno individuato il box auto nella disponibilità della persona controllata, all'interno del quale occultate in un doppio fondo appositamente ricavato in una parete, sono stati scoperti ulteriori 220 Kg. di sigarette della stessa tipologia e marche di quelle rinvenute nell'autovettura.

Per l'elevato quantitativo di "bionde", il responsabile dell'illecito traffico è stato tratto in arresto e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Napoli Nord che, in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo, ha disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari.
Sono in corso indagini per risalire alle rotte di approvvigionamento del t.l.e. ed individuare eventuali altri responsabili del contrabbando, fenomeno che negli ultimi mesi ha ripreso ad essere presente come lo testimoniano gli ingenti sequestri effettuati dai finanzieri del Comando Provinciale di Caserta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento