menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
131907_certificato_malattia

131907_certificato_malattia

Certificato di malattia 'per telefono', una prof e un medico nei guai

Caserta - Una professoressa, di origini casertane, viene assunta nel mese di settembre, con il ruolo di supplente, da un istituto scolastico di Omegna (Verbania) in Piemonte. L'insegnante firma un contratto a tempo determinato e prende servizio...

Una professoressa, di origini casertane, viene assunta nel mese di settembre, con il ruolo di supplente, da un istituto scolastico di Omegna (Verbania) in Piemonte. L'insegnante firma un contratto a tempo determinato e prende servizio presso la scuola. Non passa neanche una giornata e la prof non si presenta più a scuola. Il giorno dopo essere stata assunta, infatti, si presenta negli uffici amministrativi dell'istituto scolastico e dichiara di essere affetta da una grave patologia che non le consente di effettuare le lezioni agli studenti. Un medico di Caserta attesta di aver visitato la docente quella stessa mattinae di averla trovata gravemente malata ed inabile al lavoro, con prognosi di un mese. I riscontri effettuati dalla squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Omegna e le numerose testimonianze acquisite anche con la collaborazione dalla Questura di Caserta, hanno consentito di accertare come il medico in realtà abbia dato alla professoressa un mese di malattia "per telefono", senza averla mai sottoposta ad alcuna visita ambulatoriale. I due sono stati dunque denunciati e risponderanno ora dei diversi delitti di falso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento