menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cgil Caserta: lutto per la strage di Lampedusa

Caserta - In seguito all'ennesima strage, consumatasi a Lampedusa nelle ultime ore, il dipartimento immigrazione della Cgil Caserta ha accolto con favore la decisione di Enrico Letta di proclamare una giornata di lutto nazionale, per oggi, quattro...

In seguito all'ennesima strage, consumatasi a Lampedusa nelle ultime ore, il dipartimento immigrazione della Cgil Caserta ha accolto con favore la decisione di Enrico Letta di proclamare una giornata di lutto nazionale, per oggi, quattro ottobre, seppure nella convinzione che gli atti simbolici non hanno senso se non supportati da azioni concrete. Anche a Caserta, come nel resto d'Italia, si stanno vivendo ore di lutto profondo; l'ennesima strage nel Mediterraneo, arriva con più forza che mai a richiamare ognuno alle proprie responsabilità, e purtroppo costringe a piangere decine e decine di vite spezzate. Ancora una volta le vittime sono tante, oltre 100 i morti accertati, 250 dispersi, e sono numeri destinati a non rimanere definitivi. Alle centinaia di morti degli ultimi anni si aggiungono i corpi dei somali ed eritrei giunti la scorsa notte. Annegati a mezzo miglio dalla spiaggia, dopo una traversata che si può solo immaginare infernale, a pochissima distanza dalle nostre coscienze. Il dipartimento immigrazione della Cgil Caserta é da anni impegnato nella tutela dei diritti di profughi e richiedenti asilo, ed opera nella piena consapevolezza che assicurare il diritto d'asilo dovrebbe voler dire permettere a profughi e migranti forzati di arrivare in Paesi sicuri, con mezzi e modalità sicuri, senza rischiare alla lotteria della vita e della morte del Mediterraneo. C'è, però, l'imminente bisogno di strumenti concreti per arrestare una strage ininterrotta. Non basta più essere vicini alle vittime e alle loro famiglie e dopo un attimo dimenticare quanto accaduto, è opportuno che l'Italia e l'Unione Europea facciano in modo che si crei un reale e costante monitoraggio delle migrazioni forzate dai paesi del Nord Africa e mettano in campo, nel più breve tempo possibile, tutte le azioni necessarie a garantire dei corridoi umanitari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento