Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Estorsioni a imprenditori da parte di affiliati al clan dei casalesi gruppo Schiavone Carmine: quattro ordinanze in carcere

Casal di Principe - Nella mattinata odierna, nell'ambito di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia finalizzate a contrastare la commissione di estorsioni in danno di operatoricommerciali da parte di sodalizi csunorristici, i...

130442_clan_schiavone

Nella mattinata odierna, nell'ambito di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia finalizzate a contrastare la commissione di estorsioni in danno di operatoricommerciali da parte di sodalizi csunorristici, i Carabinieri del Nucleo lnvostigativo diCaserta hanno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dall'Ufficio Gippresso il Tribunale di Napoli nei confronti di quattro appartenenti al clan dei casalesifazione Schiavone. le accuse a loro carico sono di estorsione e tentata estorsione aggravatedalla finalità mafiosa.
Le indagini - spiega un comunicato della Dda a firma Federico Cafiero De Raho - hanno evidenziato ehe, nonostante i numerosi arresti operati nei confronti degliaffiliati del clan "dei easalesi", le attività. criminose (soprattutto quelle estorsive) non hanno subito alcun rallentarnento ed, anzi, si sono moltiplicate per far fronte alla superiorenecessità di assistere e sostenere i nurnerosi affiliati detenuti.
Si e accertato, in particolare, come all'interno del gruppo Schiavone vi sia una sorta didiritto di successione in virtù del quale a capo dell'organizzazione deve esserci sempre unodei figli del capo clan Schiavone Francesco, inteso Sandokan, infatti i suoi figli nondetenuti assumono la guida pro tempore dell'organizzazione e controllano l'attività criminali eseguite degli affiliati nell'intero territorio casertano, come nel caso di Carmine ilquale, a seguito degli arresti dei fratelli Nicola prirna ed Ivano ed Emanuele Libero poi, haereditato lo scettro e la leadership del gruppo, che dirigeva con autorevolezza e senza alcuncontrasto.
Le vicende in esame hanno evidenziato, tra l'altro, azioni maggiormente dirette ed invasivecon minacce esplicite all'indirizzo degli estorti, atteggiamenti e comportanenti incontrotendenza con le classiche modalita di richieste caratterizzate, generalmente dainquietante quanto efficace "sobrietà" con la sola indicazione - più o meno diretta - dellariconducibilita al clan. Segno evidente, questo, di una minore capacità d'intimidazione delgruppo criminale e dell'impiego di soggetti che, per smania di rapida affermazione, ma nonancora in possesso di uno spessore criminale riconosciuto, pongono in essere azioni eclatanti sin dai prirni approcci. In una delle vicende in esame, infatti, uno dei dueimprenditori è stato seguito, pedinato e minacciato con la seguente frase "Se vuoi restare inpiedi, devi pagare come pagano tutti gli imprenditori per aiutare le famiglie dei carcerati".
I provvediinenti sono stati emessi a conclusione di un'articolata attività d'indagine, avviatanel mese di dicembre 2012 e condotta attraverso attività tecniche, Servizi sul territorio epenetrante attività informativa, il tutto corroborato dalle dichiarazioni rese da dueimprenditori vittime, nonché dalle dichiarazioni dei recenti collaboratori di giustizia Di Martino Eduardo e Maiello Raffaele, affiliati al gruppo di Schiavone Carmine. L'attività investigativa, oltre a fare chiarezza sulle estorsioni denunciate dalle due vittime,ha permesso anche di scoprire altre richieste in danno di altre attività commerciali dell'agroaversano. Agli imprenditori vessati era stato irnposto di versare somme di denaro da mille acinquemila euro in occasione delle festività natalizie.


Qui di seguito si riportano le generalità dei soggetti destinatari dell'ordinanza di custodiacautelare in carcere: Schiavone Carmine, cl. '83 di Casal di Principe; Piccolo Francesco cl. '80 di Casapesenna; D'Ambrosio Luigi, cl. '73 di Casal di Principe; Diana Costantino, cl. '78 di Casapesenna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni a imprenditori da parte di affiliati al clan dei casalesi gruppo Schiavone Carmine: quattro ordinanze in carcere

CasertaNews è in caricamento