Cronaca

Bltiz anticamorra: in cella 23 persone appartenenti alle famiglie Schiavone, Iovine e Russo, affiliate al clan dei Casalesi

Caserta - È in corso in diverse città fra la Campania e la Toscana, una vasta operazione anticamorra da parte della Polizia di Stato. Gli uomini delle Squadre mobili di Caserta e Firenze, coordinati dal Servizio centrale operativo, hanno arrestato...

100056_polizia-arresto_ftv

È in corso in diverse città fra la Campania e la Toscana, una vasta operazione anticamorra da parte della Polizia di Stato. Gli uomini delle Squadre mobili di Caserta e Firenze, coordinati dal Servizio centrale operativo, hanno arrestato 23 persone appartenenti alle famiglie Schiavone, Iovine e Russo, affiliate al clan dei Casalesi. Le accuse nei loro confronti sono di associazione di tipo mafioso, estorsioni e reati connessi alle armi.L'operazione si avvale anche della collaborazione dei Reparti prevenzione crimine e della Polizia scientifica che collaborano nelle 30 perquisizioni in corso per la ricerca di armi ed esplosivi. Nello stesso tempo gli uomini della Direzione investigativa antimafia (Dia), stanno eseguendo numerosi provvedimenti di sequestro di beni mobili, immobili, aziende e attività commerciali per un ammontare di oltre 20 milioni di euro.
"La camorra casalese, nonostante le importanti e destabilizzanti attività di contrasto, si conferma dotata di risorse umane, forza militare e capacità collusiva e di condizionamento tali da assicurare la persistente operativita' nelle aree di origine e in quelle di proiezione, tra cui Emilia Romagna, Toscana e basso Lazio". E' l'allarme lanciato dai servizi segreti nella relazione annuale al Parlamento. La camorra partenopea - scrivono gli 007 - più in generale appare connotata "dalla crescente precarizzazione degli assetti clanici che, specie a Napoli nord, sta alimentando conflittualità violente per l'assunzione del controllo delle piazze di spaccio. La carenza di leadership e i vuoti di potere determinatisi a seguito di arresti, condanne e omicidi appaiono favorite tale instabilità, lasciando spazi all'ascesa di nuove leve aggressive ed ambiziose ma priva di capacità strategica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bltiz anticamorra: in cella 23 persone appartenenti alle famiglie Schiavone, Iovine e Russo, affiliate al clan dei Casalesi

CasertaNews è in caricamento