menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
083107_cane_impiccato

083107_cane_impiccato

Spunta il killer seriale di cani e gatti: la denuncia di alcuni animalisti casertani

Capua - Ennesimo caso di violenza su animali domestici. Dopo gli eclatanti casi accaduti nei giorni scorsi a Capri ai danni di gattini indifesi, in provincia di Caserta un nuovo caso riguardante animali torturati e ammazzati. E' accaduto ad una...

Ennesimo caso di violenza su animali domestici. Dopo gli eclatanti casi accaduti nei giorni scorsi a Capri ai danni di gattini indifesi, in provincia di Caserta un nuovo caso riguardante animali torturati e ammazzati. E' accaduto ad una cagnolina tra Capua e la frazione di Sant'Angelo in Formis. A fare la macabra scoperta - riferisce l'agenzia di stampa Geapress - è stato il cantautore capuano Marco Cocco mentre percorreva una strada. L'uomo ha riconosciuto uno dei cani accuditi dai volontari della zona. "Al richiamo di Joy, però, non sopraggiungeva alcuna risposta. Avvicinatosi al cane, l'amara sorpresa. Un randagio in realtà ancora sconosciuto nella zona, con al collo un cappio di corda rossa di nylon lunga quasi tre metri. Uno shock per Marco Cocco il quale, poche settimane addietro, aveva già subito quello di uno dei gatti da lui accuditi, trovato impiccato nei giardinetti della scuola". Sono intervenuti i Carabinieri del posto, il veterinario e la ditta di recupero. In questi giorni sarà effettuata l'autopsia. Meno di un mese fa moriva Romeo nello stesso modo: impiccato ad un rete di calcio. Ora i volontari temono seriamente che si tratti di un killer seriale che si diverte a torturare cani e gatti per poi ammazzarli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento