Cronaca

Rifiuti tossici nel casertano, Capacchione (Pd): 'Governo riferisca'

Casal di Principe - Nel primo giorno in cui il Senato è tornato a riunirsi, la senatrice campana Rosaria Capacchione e i senatori campani del Partito Democratico Enzo Cuomo, Angelica Saggese e Pasquale Sollo, hanno presentato un'interrogazione...

123632_rosaria_capacchione

Nel primo giorno in cui il Senato è tornato a riunirsi, la senatrice campana Rosaria Capacchione e i senatori campani del Partito Democratico Enzo Cuomo, Angelica Saggese e Pasquale Sollo, hanno presentato un'interrogazione urgente al ministro della Giustizia, firmata da numerosi senatori di tutti i partiti, in merito alla presenza di rifiuti tossici interrati, di cui hanno dato notizia diversi pentiti di camorra dal 1992 ad oggi. Nell'interrogazione si chiede di conoscere se l'opera di monitoraggio delle aree inquinate è stata ultimata e, se esistono precisi piani di bonifica.

"Sin dal 1988 nei territori di Casal di Principe, Villa di Briano, Villa Literno, Castelvolturno, Villaricca, Frignano, Capua, sono stati rinvenuti fusti di rifiuti nocivi sotterrati nei terreni di aree destinate a coltivaziobni intensive. Dal 1992 - dichiara Capacchione -, abbiamo numerose dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia, che indicano i luoghi destinati all'interramento illecito di rifiuti, così come altri siti sono stati individuati nell'ambito di autonome indagini di polizia giudiziaria. Tra le zone di cui parliamo, c'è il cosiddetto "comprensorio delle discariche e delle ecoballe", un'area di oltre trecento chilometri quadrati compresa tra la parte settentrionale della provincia di Napoli e l'agro aversano".
"Con questa interrogazione - conclude la senatrice Capacchione - firmata da molti senatori di diversi gruppi politici, si chiede di conoscere se risulta ultimata l'opera di monitoraggio delle aree inquinate; se è stato predisposto un adeguato programma di bonifica; se sono state attivate tutte le procedure per cinturare i fondi agricoli inquinati e trasformati in zone "no food"; e se risultano e risultano intraprese e portate a termine tutte le verifiche e i riscontri di quanto dichiarato di quei collaboratori di giustizia che hanno partecipato a vario titolo al traffico di rifiuti tossici e nocivi; se risulta l'esistenza di altri verbali secretati, dai quali sia possibile venire a conoscenza di altri siti trasformati in discariche illegali.''. L'interrogazione è stata firmata anche dai senatori Donatella Albano, Enrico Buemi, Massimo Caleo, Monica Cirinnà, Vincenzo Cuomo, Vincenzo D'Anna, Peppe De Cristofaro, Loredana De Petris, Rosa Maria Di Giorgi, Stefano Esposito, Camilla Fabbri, Ciro Falanga, Emma Fattorini, Federico Fornaro, Nadia Ginetti, Pietro Langella, Sergio Lo Giudice, Eva Longo, Giuseppe Lumia, Claudio Martini, Antonio Milo, Claudio Moscardelli, Nitto Palma, Alessia Petraglia, Francesca Puglisi, Lucio Romano, Angelica Saggese, Francesco Scalia, Cosimo Sibilia, Pasquale Sollo, Daniela Valentini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti tossici nel casertano, Capacchione (Pd): 'Governo riferisca'

CasertaNews è in caricamento