Cronaca

Gare per appalti pubblici truccate: trecento imprenditori indagati e custodia cautelare per 15 persone

Caserta - 15 persone sono state arrestate tra Salerno, Avellino, Napoli e Caserta per un'indagine su gare per appalti pubblici truccate da un cartello di trecento imprenditori campani. Il Gip del tribunale di Salerno ha emesso misure cautelari per...

062634_carabinieri_arresti

15 persone sono state arrestate tra Salerno, Avellino, Napoli e Caserta per un'indagine su gare per appalti pubblici truccate da un cartello di trecento imprenditori campani. Il Gip del tribunale di Salerno ha emesso misure cautelari per associazione a delinquere finalizzata alla turbativa d'asta, alla corruzione, al falso in atto pubblico e altri reati.

Tra le quindici persone arrestate - nove in carcere e sei ai domiciliari - c'e' anche l'imprenditore nocerino Giovanni Citarella, presidente della Nocerina calcio, di cui rilevò il 50 per cento del sodalizio sportivo nel corso della stagione 2008/2009 nel campionato di serie D, diventando l'anno successivo l'azionista di maggioranza della società, e portandola fino alla serie B. Citarella, finito in carcere assieme al cugino Gennaro, è ritenuto dagli inquirenti uno dei pochi imprenditori, definiti "capicordata", promotore dell'organizzazione che si aggiudicava gli appalti banditi dall'Amministrazione provinciale di Salerno.
Gli indagati dovranno rispondere dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla turbata liberta' degli incanti, corruzione e falso in atto pubblico.L'indagine che ha portato all'emissione delle ordinanze di custodia cautelare in carcere da parte del gip del tribunale di Salerno, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, e' condotta dai carabinieri del Ros.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gare per appalti pubblici truccate: trecento imprenditori indagati e custodia cautelare per 15 persone

CasertaNews è in caricamento