menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
070643_lisiapp

070643_lisiapp

Si suicida dirigente 44enne della Polizia Penitenziaria

Casaluce - Un assistente capo del Corpo di Polizia Penitenziaria, A.Q., 44 anni, di Teverola, in servizio nella Scuola di Formazione di Aversa, si è suicidato ieri mattina nella zona campestre di Casaluce, in via Limitone, dopo essere stato...

Un assistente capo del Corpo di Polizia Penitenziaria, A.Q., 44 anni, di Teverola, in servizio nella Scuola di Formazione di Aversa, si è suicidato ieri mattina nella zona campestre di Casaluce, in via Limitone, dopo essere stato dimesso dall'ospedale civile. A darne notizia il Lisiapp, Libero sindacato appartenenti polizia penitenziaria. "Siamo sgomenti e sconvolti. Già lo il 2012 è stato un anno tragico con ben 8 suicidi". Suicidio del poliziotto, Lisiapp: "Dolore e sgomento per l'ennesimo gesto estremo" "Non sono ancora chiare le ragioni che hanno spinto il collega, a compiere il gesto estremo. Siamo impietriti - prosegue Frongia - per questa nuova immane tragedia. Ci stringiamo con tutto l'affetto possibile al dolore indescrivibile dei familiari, degli amici, dei colleghi". "Dal 2000 ad oggi - ricorda Frongia - si sono uccisi circa 100 poliziotti penitenziari, un direttore di istituto e un dirigente regionale. Questi suicidi sono sconvolgenti. Da tempo sosteniamo che bisogna attivare e promuovere in modo serio i Centri di ascolto, in grado di fornire un buon supporto psicologico agli operatori di polizia - per intercettare la cd. sindrome da burnout e garantendo la massima privacy a coloro i quali intendono avvalersene - può essere un'occasione per aumentare l'autostima e la consapevolezza di possedere risorse e capacità spendibili in una professione davvero difficile, non disgiunti dai necessari interventi istituzionali intesi a privilegiare maggiormente l'aspetto umano ed il rispetto della persona nei rapporti gerarchici e funzionali che caratterizzano la polizia penitenziaria. Su queste tragedie non possono e non devono esserci colpevoli disattenzioni". Il Lisiapp chiederà al Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri di farsi carico in prima persona su questo importante e non piu' rinviabile problema."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento