menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
164658_corso_trieste

164658_corso_trieste

Qualita' della vita: Caserta e' 83esima su 110 provincie

Caserta - Migliora la qualità della vita in tutte le cinque province della Campania rispetto al 2013. E' quanto emerge dalla 16ma indagine annuale sulla qualità della vita nelle province italiane di Italia Oggi. Il balzo in avanti più rilevante ad...

Migliora la qualità della vita in tutte le cinque province della Campania rispetto al 2013. E' quanto emerge dalla 16ma indagine annuale sulla qualità della vita nelle province italiane di Italia Oggi. Il balzo in avanti più rilevante ad Avellino che passa dal 90esimo al 58esimo posto. Seconda è Benevento (posto 66 rispetto all'86), Caserta (83 contro il 96 precedente), Salerno (84 rispetto all'88esimo). Napoli è al 103esimo posto su 110. L'anno scorso occupava il 105esimo posto.
Un'Italia spaccata in due. Questa l'immagine che sintetizza la sedicesima ricerca sulla Qualità della vita (in edicola su ItaliaOggiSette a partire da domani) realizzata da ItaliaOggi in collaborazione con l'équipe coordinata da Alessandro Polli, docente di statistica economica dell'Università La sapienza di Roma. Fino a metà dello Stivale, la gran parte delle province si colloca in una posizione della classifica definita buona o accettabile. Mentre nessuna provincia dell'Italia centro-meridionale e insulare riesce a sfuggire a un giudizio negativo (qualità della vita scarsa o insufficiente).
Altro punto che non può passare inosservato (e giustifica l'affermazione iniziale sul paese spaccato in due): nessuna provincia dell'Italia meridionale o insulare riesce a collocarsi nella prima metà della classifica, in pratica la colonna di sinistra. La prima città del Sud è Avellino, che però non va oltre il cinquattottesimo posto (su 110).

Da notare che all'interno di questa classifica sono contenuti gli indicatori più importanti come il tasso di occupazione, l'importo medio dei protesti per abitante, il numero di imprese registrate per 100 mila abitanti o quello delle imprese cessate. Anche la classifica relativa ai servizi finanziari e scolastici (pag. 48) presenta la stessa Italia spaccata in due, con un Centronord virtuoso e un Centrosud relegato nelle parti basse della classifica. Idem per quella sul tenore di vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il blocco autostradale lascia i bambini senza pranzo

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Cronaca

    La Procura sequestra il varco d'ingresso al Lidl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento