Cronaca

75enne ucciso a coltellate: sospettata la badante

Villa Literno - Aveva ferite alle braccia e alle mani per difendersi dal suo assassino. L'indicazione viene dal primo esame delle lesioni trovate sul cadavere di Giuseppe Corvino, il 75enne ucciso nella sua abitazione di Villa Literno...

064603_corvino

Aveva ferite alle braccia e alle mani per difendersi dal suo assassino. L'indicazione viene dal primo esame delle lesioni trovate sul cadavere di Giuseppe Corvino, il 75enne ucciso nella sua abitazione di Villa Literno probabilmente nella notte tra mercoledì e giovedì. L'uomo ha cercato di difendersi dal suo assassino, ma è stato tutto inutile, è stato colpito con un corpo contundente alla testa che lo ha ucciso. La figlia lo ha trovato riverso a terra ai piedi del letto ieri pomeriggio, quando si è recata nella sua abitazione e ha visto che l'anziano non apriva la porta nonostante le sollecitazioni. I carabinieri della compagnia di Casal di Principe, che stanno gestendo le indagini coordinate dal pm Giuliano Caputo della procura di Santa Maria Capua Vetere, non hanno trovato segni di forzatura sulla serratura.
L'ipotesi più accreditata è che si sia trattata di una rapina ai danni della uomo, finita male, realizzata da una persona che la anziano conosceva bene. I carabinieri hanno verbalizzato le dichiarazioni della figlia e di altri parenti, ma in queste ora si stanno concentrando sulla figura di una badante che, si sospetta, possa aver visto per ultima il 75enne ancora vivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

75enne ucciso a coltellate: sospettata la badante

CasertaNews è in caricamento