Cronaca

Donna di 69 anni operata per tre volte muore dopo averle diagnosticato un tumore inesistente: indagati 6 medici per omicidio colposo

Santa Maria Capua Vetere - Una donna di 69 anni, Elena Trepiccione, è morta dopo essere stata operata tre volte in dodici giorni per un tumore all'utero diagnosticato erroneamente. Ricoverata in una clinica di Santa Maria Capua Vetere...

062211_indagati-medici

Una donna di 69 anni, Elena Trepiccione, è morta dopo essere stata operata tre volte in dodici giorni per un tumore all'utero diagnosticato erroneamente. Ricoverata in una clinica di Santa Maria Capua Vetere, inizialmente subisce un primo intervenuto che le comporta un'occlusione intestinale provocata dai punti di sutura dell'operazione. Si sottopone allora ad un secondo intervento per effettuare la correzione chirurgica e torna a casa nella speranza di concludere il calvario. Dopo qualche giorno la donna però comincia ad accusare forti dolore all'addome e i familiari decidono di trasferirla in un'altra clinica dove verrà operata per la terza volta ma un'emorragia interna porterà alla morte di Elena. Per far luce sulla vicenda, i parenti hanno chiesto l'autopsia con la quale è stato possibile scoprire l'incredibile assenza del tumore che le avevano diagnosticato. I periti hanno accertato solamente l'esistenza di un fibroma uterino e i sei medici coinvolti nelle varie operazioni sono stati tutti indagati per omicidio colposo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna di 69 anni operata per tre volte muore dopo averle diagnosticato un tumore inesistente: indagati 6 medici per omicidio colposo

CasertaNews è in caricamento