rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Utenze

Nuove regole per i termosifoni: ecco quando si potranno accendere nel casertano

Le novità a causa della guerra e della necessaria riduzione dei consumi

Nuove regole per i termosifoni: ecco quando si potranno accendere nel casertano.

Il quasi ex governo Draghi ha pensato a come ridurre il consumo attraverso limiti di temperatura negli ambienti, di ore giornaliere di accensione e di durata del periodo di riscaldamento.

Le nuove regole

Temperatura giù di un grado da 20° a 19°, sia negli uffici (pubblici e privati) che nelle case con un’ora di accensione in meno al giorno dei termosifoni. Posticipata anche l’accensione caldaie: l’avvio degli impianti termici viene ridotto di 15 giorni (posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 giorni la data di fine esercizio).
A queste regole sono però fatte salve le utenze sensibili, ad esempio gli ospedali, le RSA e le case di ricovero.

Quando accendere i termosifoni

L’inizio della stagione termica è vicina: l’avvio ufficiale è il 15 ottobre e si potranno tenere accesi i termosifoni fino al 15 aprile 2022. Nella zona A i riscaldamenti potranno essere accesi per 5 ore al giorno dal 8 dicembre al 7 marzo; nella zona B per 7 ore al giorno dal 8 dicembre al 23 marzo; nella zona C per 9 ore al giorno dal 22 novembre al 23 marzo; nella zona D per 11 ore giornaliere dal 8 novembre al 7 aprile; nella zona E per 13 ore al giorno dal 22 ottobre al 7 aprile; nella zona F non sono previste limitazioni.

Le fasce climatiche

Per la collocazione di un territorio in una singola zona viene utilizzato un coefficiente di calcolo "gradi-giorno" che misura la differenza tra la media della temperatura tra ambienti interni ed esterni. La provincia di Caserta si trova nella zona C: quindi sarà possibile accendere i termosifoni dal 22 novembre.

Piano riscaldamento: i consigli del governo

Agli obblighi descritti sopra sul riscaldamento (che comporteranno sanzioni) vengono poi aggiunti del consigli per i cittadini, su come ridurre i consumi, e quindi i costi delle bollette. Sono misure del tutto volontarie e prive di sanzioni. Eccone alcune riportate nel piano riscaldamento 2022: abbassare la fiamma del fuoco sotto la pentola dopo l’ebollizione; ridurre la durata delle docce; avviare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico; staccare la spina di apparecchi e dispositivi che non sono in funzione; non mettere in stand by tv e decoder.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove regole per i termosifoni: ecco quando si potranno accendere nel casertano

CasertaNews è in caricamento