menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex amministratore delegato della Juvecaserta, Antonello Nevola

L'ex amministratore delegato della Juvecaserta, Antonello Nevola

Bufera Juvecaserta, Nevola annuncia azione legale contro D’Andrea

L’ex amministratore: “Accuse gravi, era stato messo al corrente di tutto”

E' bufera Juvecaserta. Non si è fatta attendere la risposta dell'ex amministratore delegato, Antonello Nevola, alla lettera che il presidente della società bianconera Nicola D'Andrea ha scritto per provare a ricostruire l'esclusione dal campionato di serie A2. "La lettera aperta del signor D’Andrea è intrisa di imprecisioni, di passaggi diffamatori e lesivi dell'immagine della precedente compagine sociale - ha sottolineato Nevola - Dunque è stato già conferito mandato ai legali per le azioni a tutela".

"Nei vari incontri sostenuti presso la sede comunale, anche alla presenza delle istituzioni politiche, ho sempre dettagliato la reale situazione del club  - ha aggiunto Nevola - e non ho mai incontrato Nicola D’Andrea in compagnia del dottor Raffaele Iavazzi, se non in occasione del solo ed unico incontro per la gestione del Palamaggiò che rappresentava per D’Andrea conditio sine qua non per l'acquisizione della società. In merito all'ultima rata Fip, rispondendo ad un quesito della newsletter 'spicchi d’arancia', abbiamo semplicemente reso noto, durante il periodo di lockdown, che la rata sarebbe stata pagata. Essendo stata posticipata la scadenza della stessa dopo la cessione della società, abbiamo informato Nicola D’Andrea della necessità di provvedere al relativo pagamento. Gli abbiamo fornito tutte le più ampie ed esaustive delucidazioni sulla situazione debitoria del club, che costituiva, poi, il presupposto per la cessione del club e del titolo sportivo al solo valore nominale".

"In occasione del formale passaggio di consegne, tutta la documentazione è stata fornita a Nicola D’Andrea, anche in formato cartaceo, e furono specificati tutti gli adempimenti ed i pagamenti indispensabili per l'iscrizione al campionato - ha continuato l'ex amministratore delegato della Juvecaserta - Peraltro, il pagamento dell'ultima rata di iscrizione alla Lega e delle ingiunzioni scadute (Stanic) dopo il passaggio di consegne sono state saldate escutendo la fideiussione presentata dalla mia amministrazione ad inizio della scorsa stagione, quindi pagate dalla vecchia compagine societaria".

"Infine l’energia elettrica del Palamaggiò è stata staccata dalla società erogatrice a seguito di regolare disdetta di contratto da parte della società di gestione - ha concluso Antonello Nevola - Il che è avvenuto il 30 giugno, ben dopo l’accesso del signor D’Andrea al Palamaggiò, che era stato preavvertito che da tale data avrebbe dovuto subentrare nel contratto, ed i pagamenti al 30 giugno sono tutti eseguiti regolarmente e non vi era alcun insoluto presso il gestore Powergas. Tanto solo ed esclusivamente per il rispetto della verità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    "Cirillo arrestato. Ora mio padre può riposare in pace"

  • Cronaca

    Nove vittime del virus nel casertano, 150 nuovi positivi

  • Cronaca

    La carcassa di un capodoglio sulla spiaggia casertana | FOTO

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento