rotate-mobile
Salute

Super Green Pass: oggi si decide. Cosa cambia e quando si parte

Il governo lavora per cercare di salvare il Natale

Oggi si decide, ma cosa cambierà e quando si partirà ancora non è completamente chiaro. Sul decreto per il Super Green Pass c’è ancora divisione all’interno del governo Draghi. Tant’è che c’è anche chi vorrebbe un “Green Pass rafforzato” o “Green Pass a due velocità”. Quello che non è in dubbio è che nelle prossime ore, dopo cabina di regia e consiglio dei ministri, la certificazione verde cambierà pelle in Italia (oltre che durata, da 12 a 9 o forse addirittura 6 mesi). Il tutto per cercare di salvare il Natale.

Le restrizioni colpiranno i 'no vax'

Le nuove restrizioni escluderanno i non vaccinati da quasi tutte le attività sociali, ricreative, sportive: quindi ristoranti, bar, palestre, piscine, cinema, teatri, musei, stadi, palazzetti, discoteche. Il tampone darà sempre diritto al Green Pass, ma solo per lavorare. Il vero "grande nodo", ed è il cardine intorno a cui ruoterà tutto il decreto Super Green Pass, è come combinare la nuova stretta con i cambi di colore delle Regioni (dal 29 novembre dovrebbero passare in zona gialla i primi due territori del Nord). Tra i presidenti di Regione qualcuno spinge per restrizioni per i non vaccinati in vigore a prescindere da fatto che una regione finisca in giallo o in arancione (quindi anche in zona bianca). C'è invece chi ritiene che le restrizioni forti debbano partire solo dalla zona gialla o financo da quella arancione, per preservare al massimo l'indotto economico del periodo natalizio, il più rilevante dell'anno per tante categorie. Staremo a vedere, dopo settimane di indiscrezioni è il giorno decisivo, quello in cui il premier Mario Draghi e il ministro della Salute Roberto Speranza tireranno le fila. La cabina di regia si riunisce oggi alle 11. Il Consiglio dei ministri seguirà, alle 15.30, per approvare le nuove misure.

Quando scattano le nuove restrizioni: ipotesi 29 novembre o 1 dicembre 2021

Le nuove misure non dovrebbero valere per treni ad alta velocità e agli aerei: per spostarsi continuerà ad essere sufficiente un tampone. La durata del 'responso' negativo potrebbe inoltre scendere da 72 a 48 ore per il molecolare e da 48 a 24 per l'antigenico. Il trasporto locale finora non è stato associato al Green Pass: alcune forze di maggioranza vorrebbero una stretta anche in questo ambito, ma rimane la difficoltà legata ai controlli. Impensabile che venga chiesto il Green Pass per prendere tutti i mezzi pubblici. Altro rebus è la data di inizio delle nuove restrizioni: possibile che sia mercoledì 1 dicembre 2021 il giorno giusto. Ma secondo il Sole 24 Ore le nuove norme saranno presumibilmente già in vigore lunedì 29 novembre 2021. Sulla durata dei tamponi non dovrebbero esserci novità. L’idea di ridurre la validita dei cosiddetti "rapidi", i più usati, da 48 a 24 ore e dei test molecolari da 72 a 48 ore, al momento sembra superata anche perché non si riuscirebbe a soddisfare le richieste. Accantonato anche il ritorno all’obbligo della mascherina all’aperto (che resta dalla zona gialla).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super Green Pass: oggi si decide. Cosa cambia e quando si parte

CasertaNews è in caricamento