Medici casertani asportano massa dal seno di una ragazza al secondo mese di gravidanza

Il delicato intervento diretto dal chirurgo Crescenzo Muto. E' stata dimessa dopo 24 ore

Il chirurgo Crescenzo Muto

Un importante intervento oncologico su una ragazza in stato interessante è stato effettuato presso la Casa di Cura Villa Fiorita di Capua. Una giovane donna, al secondo mese di gravidanza, è stata sottoposta, nei giorni scorsi, ad un’operazione chirurgica per la asportazione di una voluminosa massa alla mammella che stava crescendo con il progredire della gestazione.

L'èquipe chirurgica, guidata dal Responsabile della Chirurgia Oncologica, Crescenzo Muto, ha asportato la massa senza particolari complicanze e la paziente è stata dimessa già il giorno successivo.“Lo straordinario intervento è stato reso possibile dalla stretta collaborazione con l'equipe anestesiologica, che ha provveduto al monitoraggio intraoperatorio, e grazie al reparto di ostetricia che ha monitorato la gravidanza per scongiurare eventuali problemi al nascituro”, ha dichiarato il chirurgo oncologo Muto.

INTERVENTO ONCOLOGICO MUTO 1-2

“Ancora un brillante risultato che deriva dalle professionalità e dalla collaborazione tra specialisti che lavorano nella nostra Clinica, sempre più punto di riferimento per i pazienti di Terra di Lavoro e delle altre zone della Campania e del basso Lazio”, dichiara Raffaella Sibillo, Presidente del CdA della Casa di Cura Villa Fiorita di Capua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così ho scoperto in 5 minuti il talento di Antonio Cioffi e l'ho segnalato al Napoli"

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • La senatrice casertana Maria Rosaria Rossi vota la fiducia a Conte e viene espulsa da Forza Italia

  • Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

  • Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento