rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Salute

Gli effetti benefici del caffè sull'organismo: ecco perché berlo

Il caffè è una delle bevande più consumate al mondo, ma pochi conoscono i benefici che il nostro corpo e la nostra mente traggono da questa sostanza. Scopriamoli con questa guida

In Italia, la pausa si è identificata con il caffè. Quando siamo a lavoro, all’università o a scuola, quando decidiamo di interrompere l’attività che stavamo svolgendo, ci prendiamo una pausa caffè: un modo per rilassarci ma anche per ricaricarci, infatti la bevanda dalla colorazione bruno nerastra, che contiene caffeina, è una delle più consumate durante i momenti di intervallo proprio per le sue proprietà eccitanti ed energizzanti.

Di mattina, di pomeriggio, di sera o anche di notte - specialmente per chi svolge lavori notturni - il caffè è la giusta dose di energia che ci ricarica per affrontare con più gusto i momenti della giornata; ma allo stesso tempo è anche un modo per condividere due chiacchiere, una scusa per stare in compagnia; non a caso, un famoso detto napoletano recita così: “Il caffè è una scusa. Una scusa per dire a un tuo amico che gli vuoi bene”.

Per quelli del Sud e in modo speciale per i napoletani, il caffè è un istituzione! Viene consumato “come l’acqua fresca” ed è considerato ‘l’oro nero della città’. Il suo consumo è così abitudinario tanto che i bevitori a Napoli hanno dato luogo all’usanza del caffè sospeso: entrano nel bar per bere il caffè e lasciano un caffè pagato ad uno sconosciuto che verrà dopo. “Ah, che bellu cafè, sulo a Napule 'o sanno fa” è parte del testo della famosa canzone di Modugno e Pazzaglia che è la sintesi dell’importanza di questa bevanda per i napoletani, difesa da questi ultimi quasi come se si trattasse di una parte del patrimonio culturale e tradizionale partenopeo.

E in effetti, un po' lo è, poiché la bevanda, così come la consumiamo oggi, fu introdotta nella città da Maria Carolina D’Asburgo, che ne diffuse a corte il consumo già dal 1768, rimasta affascinata dal caffè e soprattutto dai raffinati caffè di Vienna. 

Da Nord a Sud, insomma, ma un po’ ovunque nel mondo, sebbene con qualche differenza, il caffè è una delle bevande più consumate, ma pochi conoscono i benefici che il nostro corpo e la nostra mente traggono da questa sostanza, che è un’alleata di benessere e antiossidante tutto naturale.

Scopriamo insieme allora quali sono gli effetti benefici del caffè sul nostro organismo.

Potere energetico e stimolante

Il caffè aiuta a sentirsi meno stanchi. Grazie alla caffeina, che è una sostanza psicoattiva tra le più conosciute al mondo, questa bevanda aiuta tra l’altro anche ad aumentare i livelli di energia bloccando l’azione di un neurotrasmettitore chiamato adenosina e favorendo l’azione di altri, come la noradrenalina e la dopamina, che hanno invece effetto energizzante.

Aumenta il metabolismo e brucia i grassi

La caffeina si trova in quasi tutti i prodotti dimagranti poiché è dimostrato che questa sostanza aumenta il tasso metabolico e grazie al suo potere stimolante del sistema nervoso è capace di inviare segnali alle cellule adipose in modo da far bruciare le riserve di grasso.

Potere nutritivo

Il caffè contiene numerose sostanze nutritive: una semplice tazzina di caffè può contenere, infatti, vitamina B2 che mantiene in buona salute il tessuto nervoso, la pelle e gli occhi; vitamina B3, che è essenziale nel funzionamento del sistema nervoso; vitamina B5 e magnanese, che trasformano alimenti in energia ed infine il potassio e il magnesio, che servono a produrre energia, per trasformare gli impulsi nervosi e favorire l’efficienza del sistema cardiocircolatorio.

Abbassa il rischio di diabete

Precisamente stiamo parlando del diabete di tipo II, cioè quello cronico, causato dall’alterazione della quantità o del funzionamento dell’insulina, un ormone prodotto dal pancreas. Chi beve caffè, ha minor rischio di sviluppare questa tipologia di diabete

Previene Alzheimer e Parkinson

Sono le malattie neurodegenerative più famose al mondo che ad oggi non hanno una vera e propria cura e l’unico strumento per ovviarle può essere la prevenzione: condurre uno stile di vita adeguato. Il caffè può essere uno strumento di prevenzione perché può addirittura ridurre del 65% il rischio di manifestazione dell’Alzheimer e del 60% il rischio di morbo di Parkinson.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli effetti benefici del caffè sull'organismo: ecco perché berlo

CasertaNews è in caricamento