rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Salute

Un’esca contro il Covid: ecco come funziona il farmaco che disinnesca il virus

Dal 31 dicembre addio all’app Immuni per i tracciamenti

Un’esca contro il Covid: ecco come funziona il farmaco che disinnesca il virus.  Il nuovo farmaco, testato sugli animali, presto lo sarà sugli esseri umani. Lo ha scoperto un team di ricercatori americani del Dana Farber Cancer Institute di Boston, guidati coordinati da James Torchia, primo autore del lavoro, e dall'autore senior Gordon Freeman. Lo studio, pubblicato su Science Advances, dimostra pure che il farmaco esca anti-Covid sarebbe in grado di curare potenzialmente, anche le altre infezioni da coronavirus. Il nuovo farmaco-esca dovrebbe riuscire a ribaltare la situazione, facendo da barriera tra il virus e il possibile avvio dell'infezione. Va precisato che, con la diffusione delle nuove varianti di Sars-CoV-2, gli anticorpi monoclonali anti-Covid stanno perdendo efficacia. E qui si inserisce molecola nota come esca del recettore ACE2. A differenza degli anticorpi, l'esca ACE2 è molto più difficile da eludere per SARS-CoV-2, perché le mutazioni nel virus che gli permetterebbero di evitare il farmaco ridurrebbero anche la sua stessa capacità di infettare le cellule.

Come funziona

Il composto funziona, appunto, come un'esca, intervenendo sul meccanismo stesso che permette al Covid di entrare negli organi bersaglio. In pratica, sarebbe capace di attirare a sé il patogeno, e ‘disattivarlo' prima che la sua proteina Spike possa legarsi al recettore Ace2 delle cellule bersaglio. Il farmaco sperimentale è efficace contro Omicron e ogni altra variante testata, potenzialmente anche contro quelle future.

Addio all’app Immuni

Intanto dal 31 dicembre, sarà dismessa la Piattaforma unica nazionale per la gestione del Sistema di allerta Covid-19 e la relativa App Immuni, che ha avuto la finalità di allertare le persone entrate in contatto stretto con soggetti risultati positivi. Lo comunica il ministero della Salute. Dalla stessa data verrà interrotto ogni trattamento di dati personali effettuato dal ministero della Salute ai sensi dell'articolo 6 del decreto-legge 30 aprile 2020, numero 28, convertito con modificazioni dalla legge 25 giugno 2020, n. 70. “Pertanto, la App Immuni - si legge nella nota diffusa sul sito del ministero - non sarà più disponibile negli store delle applicazioni mobile (Apple, Google, Huawei) e, sugli smartphone su cui la App è già stata installata, non funzionerà più per attivare e ricevere le notifiche di allerta di eventuale contatto stretto con altri utenti della App per le finalità del contact tracing digitale". Inoltre, "l'applicazione non sarà più utilizzabile per l'acquisizione delle Certificazioni verdi Covid-19", il 'green pass', "ma solo per conservare quelle già acquisite".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un’esca contro il Covid: ecco come funziona il farmaco che disinnesca il virus

CasertaNews è in caricamento