rotate-mobile
Salute

I 7 consigli da seguire per combattere il caldo in casa e in ufficio

È importante armarsi di buoni suggerimenti per uscire vincitori da questa battaglia 'rovente'. Ecco la guida e le raccomandazioni utili per vivere serenamente i prossimi giorni ‘bollenti’

È ufficialmente arrivato il caldo che tutti stavamo invocando già da metà maggio, ma  se prima ci lamentavamo del tardivo arrivo dell’estate, oggi la maggior parte della popolazione sembra maledire queste temperature estive salite all’improvviso, sfiorando addirittura i 40 gradi. Sui social spopolano post del tipo “dal cappotto al bikini è un attimo!” ed effettivamente è andata proprio così, anche se, di certo, non saranno a soffrire le persone che hanno la possibilità di trascorrere l’estate in costume, tre mesi su tre al mare. Beate loro!

A fare i conti con l’afa saranno soprattutto: quelli che svolgono lavori all’aperto, spesso proprio sotto al sole e in orari in cui le temperature raggiungono il picco; chi trascorrerà l'estate tra le mura domestiche, come gli anziani, i bambini e le donne in attesa e ancora chi andrà in ferie tardi ed è costretto a lavorare in ufficio cercando di creare un ambiente di lavoro quanto più fresco e confortevole. 

È importante armarsi di buoni consigli per uscire vincitori da questa battaglia 'rovente'. A tal proposito, vi proponiamo una guida su come combattere il caldo in casa e in ufficio dandovi dei consigli utili per vivere serenamente i prossimi giorni ‘bollenti’.

Alcuni consigli per combattere il caldo a casa o in ufficio

Che siate a casa o in ufficio bisogna adottare le stesse attenzioni per godersi un’estate quanto meno tortuosa, se fate parte di quella fetta di italiani che proprio odiano il caldo. Vediamo insieme come creare il clima giusto!

Correnti d’aria

In casa. Se durante la giornata trascorrete molto del vostro tempo in casa, l’ideale è creare correnti d’aria tra le stanze, magari aprendo di primo mattino tutte le porte di casa per far entrare un po’ di fresco, per poi  chiuderle, abbassando anche le tapparelle  (se ci sono) non oltre le 8, in modo da tenere ombra e da non far penetrare i raggi del sole e così far alzare la temperatura nei vostri ambienti. È consigliato allo stesso modo aprire le porte di sera, ovviamente quando il sole è andato via, e lasciarle aperte per un paio d’ore, prima di mettervi a letto per dormire.

In ufficio. Se siete in ufficio e iniziate a lavorare non proprio di primo mattino, la soluzione è quella di abbassare le tapparelle o tenere chiuse le tende in modo da fare ombra.  

Tende da sole

In casa. Se non amate accendere il condizionatore, un investimento che potreste fare per la vostra casa, per refrigerare gli ambienti, è quello di istallare fuori le vostre finestre e porte delle tende da sole, poiché queste possono ridurre l’accumulo di calore solare nelle nostre abitazioni visto che la temperatura aumenta a causa della quantità di sole che entra dalle finestre.

In ufficio. Ovviamente non potete pretendere delle tende da sole dalla vostra azienda, magari potreste redigere una richiesta per farle istallare (non si sa mai!) o altrimenti con una colletta potreste mettere delle tende interne. È consigliato che queste siano chiare, però, perché i colori riflettono il sole e aumentano il calore.

Fonti di calore

In casa. Ovviamente in estate è consigliato non  usare il forno, non stirare nelle ore più calde – se è necessario, bisogna farlo di prima mattina o in tarda serata -  e ancora spegnere tutte le luci e gli apparecchi elettronici presenti che non vengono utilizzati, poiché questi sprigionano calore, specialmente di notte quando si dorme.

In ufficio. Se il vostro lavoro richiede l’utilizzo di computer e altri apparecchi elettronici, è ovvio che non potete staccare la spina! A limite potreste spegnere le luci, se lavorate di mattina, o tutti gli altri apparecchi che vi circondano, che però non utilizzate.

Fare ombra con piante e alberi

In casa. Se disponete di un giardino, l’ideale sarebbe far piantare un albero fuori dalla vostra finestra più esposta al sole. Se questo invece risultasse impossibile, potreste comunque mettere davanti alla finestra una bella pianta grande in modo che faccia ombra e impedisca l’ingresso di luce e calore.

In ufficio. Sarebbe improponibile chiedere al vostro capo di piantare un albero fuori dalla finestra del vostro ufficio. Una soluzione più semplice sarebbe quella di abbellire la vostra sede di lavoro con delle piante ornamentali, in modo da rendere anche più piacevole e carino l’ambiente.

Climatizzatore

Se avete un condizionatore in casa o in ufficio, dovete sapere che non sempre vi salva dal caldo! È vero, è importante stare in un luogo fresco quando fuori le temperature superano i 30 gradi, ma non bisogna mai creare un distacco di temperature eccessivo tra dentro e furi. I gradi consigliati sono quelli superiori ai 24, meglio ancora se impostate il climatizzatore alla modalità ‘deumidificatore’. Ovviamente è sconsigliato tenere acceso il climatizzatore per tutto il giorno: può far male alla vostra salute e soprattutto al vostro portafoglio (anche se in ufficio non siete voi a pagare!).

Ventilatore

In casa. Un po’ meno aggressivo dell’aria condizionata è il condizionatore, che fa semplicemente circolare l’aria che è nell’ambiente. Rispetto al classico ventilatore a piantana, è preferibile istallare un ventilatore da soffitto, poiché questo riesce ad abbassare di più le temperature e sicuramente avrà effetti minori sulla bolletta.

In ufficio. Se sul luogo di lavoro non disponete di condizionatori, non potete pretendere di farvi istallare un ventilatore da soffitto. Potreste sempre proporlo, ma nel frattempo vi consigliamo comunque di istallarne uno a piantana in modo da refrigerare il vostro ambiente.

Mangiare molta frutta

In casa. La frutta è uno degli alimenti più consigliati d’estate: è ricca di acqua ed è rinfrescante. Se siete a casa potete sbizzarrirvi con le macedonie e tagliate di frutta fresca di stagione.

In ufficio. Fate pausa pranzo o spuntino con della frutta fresca. Ovviamente per far mantenere la giusta temperatura, bisogna riporla in delle borse termiche nelle quali potreste inserire una piastra eutettica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 7 consigli da seguire per combattere il caldo in casa e in ufficio

CasertaNews è in caricamento