rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Salute

Il casertano Marano conquista la “copertina” del World Journal of Gastrointestinal Oncology

L'onore di essere la “cover person” per gli importanti contributi accademici e le applicazioni delle nuove tecnologie mininvasive nel campo della chirurgia digestiva oncologica

La prestigiosa rivista internazionale World Journal of Gastrointestinal Oncology ha dedicato la copertina del Volume 14 Fascicolo 9 di Settembre 2022 al chirurgo oncologo casertano Luigi Marano, Professore Associato di Chirurgia Generale presso il Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche, e Neuroscienze dell’Università degli Studi di Siena e presso l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Oncologica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Senese, diretta da un altro casertano, Franco Roviello, Professore Ordinario di chirurgia.

L’attività di ricerca scientifica e l’applicazione delle nuove tecnologie mininvasive, laparoscopiche e robotiche, al trattamento chirurgico delle neoplasie addominali hanno suscitato l’interesse del Professor Monjur Ahmed della Thomas Jefferson University di Philadelphia, e del Professor Hanlin L Wang della David Geffen School of Medicine and Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles, a dedicare al Professor Marano la copertina dell’ultimo numero della prestigiosa ed ambita rivista scientifica, nota per promuovere la ricerca internazionale di eccellenza nel campo della chirurgia oncologica gastrointestinale.

“Sulla base dei suoi importanti contributi accademici nel campo della chirurgia digestiva oncologica e del suo curriculum di altissima qualità, tra cui l’aver ricoperto il ruolo di coordinatore nazionale della Società Italiana di Chirurgia Oncologica Young e l’aver rappresentato i giovani chirurghi oncologi italiani a livello europeo — si legge nelle motivazioni del conferimento —, i responsabili del board editoriale hanno proposto e ottenuto, da parte del CEO del giornale, di dedicarle la copertina del World Journal of Gastrointestinal Oncology”.

Il professor Marano, casertano di origine, formatosi presso l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, ha esercitato la professione chirurgica prima presso l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale, Mininvasiva e Robotica dell’AUSL Umbria 2 ed in seguito presso il Policlinico Universitario di Siena, occupandosi sempre di chirurgia oncologica con approccio mininvasivo laparoscopico e robotico nella scuola chirurgica diretta dal Professor Franco Roviello. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti d’eccellenza ed è stato uno dei pionieri delle tecniche chirurgiche innovative, avendo eseguito, per la prima volta in Italia, nel 2018, un delicato intervento di chirurgia esofago-gastrica integrando la tecnologia del robot daVinci con la stampa 3D. Una scelta, quindi, da parte del giornale internazionale, che è un importante riconoscimento per l’attività scientifica e chirurgica del professor Marano, nonché motivo di vanto della comunità casertana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il casertano Marano conquista la “copertina” del World Journal of Gastrointestinal Oncology

CasertaNews è in caricamento