Una nuova terapia fa tornare la vista a due bambini

La tecnica sperimentata a Caserta: i due piccoli erano nati ciechi

Torna la vista ai due bambini

Una nuova terapia genetica fa tornare la vista a due bambini, di 8 e 9 anni, ciechi dalla nascita per una particolare forma di distrofia retinica ereditaria.

La tecnica innovativa è stata eseguita a Caserta, nella Clinica oculistica dell'Università degli Studi della Campania "Luigi Vanvitelli". La malattia è causata da mutazioni in un gene chiamato RP65 e la terapia, sviluppata da Novartis, fornisce una copia funzionante di questo gene. 

I risultati ottenuti con la nuova metodologia, denominata "Luxturna", sono stati illustrati da Francesca Simonelli, direttrice della Clinica oculistica dell'ateneo. La copia del gene RP65 è in grado, attraverso una singola somministrazione, di migliorare la capacità visiva dei pazienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento