rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Salute

Arance alleate contro il raffreddore. Ma fanno bene anche alla pelle

Le proprietà e come riconoscerle quelle migliori per il nostro organismo

L'inverno ormai è inoltrato e in queste ultime settimane in tantissimi sono ancora a letto con l'influenza oppure sono alle prese col raffreddore. Ci sono però dei rimedi 'antichi', quelli definiti della 'nonna' che sono davvero intramontabili. Soprattutto per il raffreddore c'è un aiuto sostanziale che arriva dalla natura: le arance o la spremuta di arance sono un rimedio eccellente per i malanni da raffreddore. Contiene vitamina C come prima vitamina (circa 45 mg per 100 grammi), a seguire in quantità minore, la vitamina A, B e P. Queste vitamine sono gli alleati perfetti per sintomi lievi come il raffreddore e tosse. Quindi una dose del rimedio della nonna al giorno quando si hanno questi malanni e vedrete i benefici in fretta. 

Le proprietà delle arance

Ma le arance non servono solo per il raffreddore, sono consigliate nella maggior parte delle diete mediterranee, per il basso contenuto di calorie, e perché per il 90% sono composte da acque, hanno proprietà diuretiche e migliora la ritenzione idrica. Ma non finisce qui: le arance contengono antiossidanti tra cui polifenoli e terpeni, che ci aiutano a combattere i radicali liberi.

Ma le proprietà delle arance non finiscono: se consumate quotidianamente aiutano a mantenere la pelle tonica e soda. Ottima alleata per la stitichezza perché contiene fibre anche se in quantità minime. In più si aggiunge alla lista di quegli alimenti consigliati per il mantenimento di una buona salute cardiaca. 

Infine vale la pena ricordare che, per una dieta sana e ponderata, è raccomandato consumare arance fino a un massimo di tre al giorno.

Scegliere l'arancia giusta

Quelle bio sono ovviamente consigliate, come riconoscerle? Quelle bio non hanno la buccia lucida, perché non sono trattare. L'arancia giusta è pesante ed ha la buccia soda e tesa. Preferite anche quelle nostrane rispetto a quelle intercontinentali, perché non hanno lo stesso trattamento. Inoltre per scegliere le arance fresche assicuratevi che abbiano il picciolo ancora attaccato e verde acceso, se hanno ancora le foglie significa che il prodotto è senz’altro maturo, fresco e giovane, poichè fino a pochi giorni prima era ancora attaccato al proprio albero. Per finire la regione trainante è senz’altro la Sicilia ma anche nel casertano ci sono delle aree che meritano attenzione. Stiamo parlando di un frutto completo, facciamone buon uso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arance alleate contro il raffreddore. Ma fanno bene anche alla pelle

CasertaNews è in caricamento