rotate-mobile
Alimentazione

E’ il mese delle castagne: proprietà e controindicazioni

Frutto sano e facilmente digeribile. Un eccesso? Può far male all'intestino ma soprattutto a coloro che soffrono di diabete

E' inutile nasconderlo: la provincia di Caserta (a dire il vero le città di Roccamonfina e Galluccio su tutte) è la patria della castagna. Le varie sagre sul territorio permettono di accogliere migliaia di persone che trascorrono delle ore di spensieratezza e di 'calore' grazie ad un frutto 'speciale' come appunto la castagna. Ma quali sono le proprietà? e quali le controindicazioni? Partiamo dal fatto che hanno una alta componente di carboidrati, e un discreto contenuto di proteine. Poi contengono potassio, fosforo, ferro e magnesio, ma anche zolfo e calcio. In poche parole è un frutto ricco, completo e rinvigorente.

Stiamo parlando di un frutto sano e facilmente digeribile, ovviamente devono essere ben cotte e soprattutto mangiate in quantità ragionevoli. Un eccesso? Può far male all'intestino ma soprattutto a coloro che soffrono di diabete. Gli amidi dopo la cottura si trasformano in zuccheri semplici che sono sconsigliati per chi ha questa malattia.

Quante calorie?

L’apporto calorico delle castagne dipende molto da come si sceglie di mangiarle. Un etto di castagne arrosto apporta 190 calorie, un etto di castagne bollite 130, un etto di castagne secche arriva intorno alle 300 calorie. Se poi la gola porta a scegliere i marron glacé si sfiorano rapidamente le 400 calorie all’etto, ma a questo punto stiamo già parlando di prodotti di pasticceria, e non più del frutto. Dalla castagna si può ricavare anche una farina che apporta (ogni 100 grammi) circa 325 calorie.

Le castagne sono anche ovviamente un ottimo ingrediente dolce, per creme e farciture di torte e biscotti. La farina di castagne fa invece subito pensare al castagnaccio, uno dei dolci più tipicamente autunnali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ il mese delle castagne: proprietà e controindicazioni

CasertaNews è in caricamento