Anguria e melone: i frutti dell’estate. Ecco perché mangiarli

Freschissimi e dissetanti, ricchi d’acqua e sali minerali, sono i frutti che la maggior parte degli italiani preferiscono consumare d’estate. Scopriamo perché fanno bene e quali sono le differenze e le proprietà nutritive

In estate bere tanta acqua è consigliato, poiché sudando perdiamo liquidi e sali minerali, elementi essenziali per il nostro organismo, contenuti sia nel melone che nell’anguria. Entrambi questi frutti, infatti, ci permettono di reintegrarli e proprio per questo motivo risultano essere adatti nelle diete estive. In più, a questo si aggiunge il sapore esotico e il senso di benessere e freschezza che restituiscono al nostro corpo quando è in preda alle alte temperature.

Freschissimi e dissetanti, perché ricchi d’acqua e sali minerali, quindi, l’anguria e il melone sono i frutti che la maggior parte degli italiani preferiscono consumare d’estate, ma non tutti conoscono le proprietà e i benefici di questi alimenti ,entrambi provenienti dalla famiglia Cucurbitacee, ma tra loro diversi.

Scopriamo insieme quali sono le differenze.

Il melone

Che sia giallo, bianco o arancione, il melone è un frutto prodotto dall’omonima pianta, scientificamente indicata come Cucumis melo, appartenente alla famiglia Cucurbitaceae. Di questo frutto esistono differenti varietà: Cantalupo, Dalton, Macigno, Prescott. Con molta probabilità, la sua terra di origine è l’Africa, ma ora è diffuso un po’ in tutto il mondo e in Italia viene coltivato nei campi, principalmente di Sicilia e in Lombardia, precisamente in quel di Mantova, dove cresce bene grazie al clima caldo e umido.

È un frutto piuttosto voluminoso, può essere tondo o ovale e spesso è segnato da una divisione ‘a fette’. La buccia si presenta liscia o rugosa e la polpa compatta, con al centro tantissimi semi bianchi. Al suo interno il melone può presentarsi di diverso colore: può essere arancione o bianco, ma la polpa in entrambi i casi resta dolce, succosa, compatta e molto profumata.

Questo frutto, in realtà, lo si mangia spesso anche come antipasto insieme al prosciutto crudo, oltre che da solo o accompagnato ad altri frutti nella macedonia. Nelle gelaterie, inoltre, possiamo trovare il gusto melone, il gelato fatto con succo e pezzettini di questo frutto, davvero un toccasana da gustare in estate. 

Quali sono le sue proprietà nutritive?

La polpa del melone è composto per il 90% di acqua, che la rende dissetante e poco calorica, ma contiene anche tanta vitamina A, antiossidante e protettiva dei tessuti della pelle e della mucosa.

VALORI PER 100 GRAMMI DI MELONE

36 calorie

9,1 g carboidrati

7,9 g zuccheri

0,1 g grassi

L’anguria

L’anguria, scientificamente Citrullus lanatus, è chiamata comunemente anche cocomero. È una pianta originaria dell’Africa, dove veniva coltivata già 5000 anni fa e fu portata in Europa dagli Arabi. Questo tipo di frutto ama il clima caldo e in Italia le regioni dove se ne coltiva di più sono Emilia Romagna e il Lazio. Quando pensiamo all’anguria ci viene in mente subito un frutto grande sferico o ovale con la polpa rossa, ma in realtà esistono una cinquantina di varietà di diverso aspetto: rotonde, ovali, baby, con buccia dal colore verde acceso, striato o maculato, con chiazze bianche o gialle. Le più diffuse sono le Crimson Sweet e le Sugar Baby.  La polpa  di questo frutto è dolce, croccante, sugosa, di colore rosso (o, meno frequentemente, giallo, arancio o bianco a seconda della varietà) e ricca di semi, che possono essere neri, bianchi o gialli.

Le varietà principali coltivate in Italia sono: l’anguria Romagnola, che si presenta di dimensioni medio-grosse, con la buccia sottile, la polpa rossa e i semi gialli; il gigante di Fontarronco, tondo, buccia verde scuro e striature chiare, polpa fibrosa color rosso intenso, i semi bianco-marrone e può arrivare addirittura a pesare 15 kg; l’anguria di Viadana, in provincia di Mantova ed infine il cocomero di Pistoia e di Faenza, frutti sferici e di grandi dimensioni, con la polpa di color rosso vivo e semi neri.

Date le dimensioni, l’anguria spesso viene venduta anche a metà o a peso.

Quali sono le sue proprietà nutritive?

L’anguria è composta per il 95% d’acqua ed è povera di zuccheri. Vuoi un’idea geniale? Invece di dissetarti bevendo una bibita gasata, mangia una bella fetta di anguria!

VALORI PER 100 GRAMMI DI ANGURIA

30 calorie

7,6 g carboidrati

6,2 g zuccheri

0,2 g grassi

Melone o anguria? Allora, avete deciso quale preferite? Noi, in ogni caso, ve li consigliamo entrambi!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Violento temporale sul casertano: strade allagate. E' già caos | FOTO E VIDEO

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Il compagno di scuola pentito: "Autorizzato a spacciare con una mia lettera"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento