Parte lo screening dell’Asl, ma la ‘zona rossa’ scompare dal consiglio comunale

La seduta si terrà il 4 novembre, il giorno in cui è fissato il termine delle prescrizioni. L’opposizione, in aperta polemica, ritira la proposta di delibera. Si voterà il presidente del consiglio comunale e la commissione elettorale

Tra mille polemiche è partito oggi lo screening dell’Asl di Caserta nella zona rossa di Marcianise. In piazza Carità ci sono già cittadini in fila per essere sottoposti al test veloce che, in caso di positività, dovranno poi fare anche il tampone per accertare che non si tratti di un falso positivo. Una operazione gestita dall’unità di prevenzione collettiva di Marcianise con la quale c’è stato un duro confronto da parte dell’amministrazione comunale retta dal sindaco Antonello Velardi nel corso di una riunione svoltasi giovedì sera. L’azienda locale dovrebbe effettuare circa 400 test al giorno fino a domenica, poi si deciderà il dà farsi. Ma proprio questa mancanza di programmazione ha spinto l'amministrazione comunale a produrre un duro documento contro l'azienda sanitaria locale.

Intanto, un’altra polemica è scoppiata sulla richiesta di convocazione avanzata da 9 consiglieri comunali dell’opposizione per discutere della zona rossa decisa dalla Regione Campania con un provvedimento entrato in vigore lunedì scorso. Oggi si è svolta la conferenza dei capigruppo presieduta da Pinuccio Moretta (in un clima già difficile per le modalità di convocazione della riunione in tempi ristretti rispetto a quelli previsti dalla normativa) e l’opposizione, in forma di protesta, ha ritirato la proposta di delibera con la quale si chiedeva la revoca del provvedimento firmato da Vincenzo De Luca. Questo perché i capigruppo di maggioranza hanno inteso far inserire all’ordine del giorno anche i punti che erano stati rinviati dal consiglio comunale di lunedì scorso (sospeso dopo il caos per i “presenti assenti”) una necessità sottolineata dalla stessa segretaria comunale (che ha avuto contatti con la Prefettura) per “chiudere il discorso” relativamente al completamento dell’iter di avvio della legislatura. Questo, però, ha portato ad uno slittamento della convocazione del consiglio comunale al 4 novembre (giorno in cui dovrebbe finire la zona rossa a Marcianise) mentre l’opposizione riteneva utile svolgerlo nella giornata di sabato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

Torna su
CasertaNews è in caricamento