Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Grazzanise

"Volontari senza sicurezza durante i lavori all'ex casa cantoniera"

La denuncia del gruppo di opposizione 'Orizzonti futuri'

L’opposizione consiliare contro il sindaco di Grazzanise Enrico Petrella. Dopo le dirette del geometra Domenico D’Elena sui lavori all’ex casa cantoniera, anche il gruppo consiliare di minoranza “Orizzonti Futuri, attraverso un comunicato sulla propria pagina Facebook, lancia accuse dure nei confronti del primo cittadino. Oggetto del contendere i lavori che si stanno effettuando all’ex casa cantoniera ed agli edifici scolastici locali mettendo in dubbio la pratica “dell’utilizzo di volontari” che, secondo la loro idea, sarebbero invece lavoratori di imprese che prendono appalti dall’amministrazione Petrella.

I consiglieri Martino Conte, Antonella Caianiello, Tania Parente e Giovanna Scione, ai quali la legge comunque attribuisce potere ispettivo e di controllo e l’accesso agli atti ad horas, pubblicamente denunciano: “Sono giorni che i lavori agli edifici scolastici e alla casa cantoniera risultano in corso, con grande contentezza da parte di tutti i cittadini, anche perché, con “soddisfazione”, abbiamo notato che ai famosi dei “Patti di collaborazione” hanno aderito ditte edili ampiamente specializzate, che hanno provveduto a ragguagliare affidamenti di lavori anche verso altri immobili comunali. Tuttavia ritornando ai famosi “Patti di collaborazione” e ai lavori effettuati alla Casa cantoniera, ci preme che l’amministrazione comunale, sempre fisicamente presente e pronta a fotografarsi durante l’esecuzione dei lavori, abbia vigilato sul rispetto delle norme che tutelano la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro. Anche perché quanto detto, non ricade in una semplice polemica ostruzionistica, ma è una modalità di prevenzione circa i vari accadimenti a cui sono esposti i “volontari”, che seppur appartenenti a ditte specializzate, hanno lavorato e continuano a farlo su attrezzature che sembrerebbero poco adeguate allo scopo, prive di dispositivi di protezione individuale e pronti a fotografarsi con tutta l’Amministrazione, in barba alle restrizioni sanitarie vigenti necessarie al contenimento della pandemia da Covid-19. Caro signor Sindaco ogni qualvolta vi recate sui luoghi di lavoro per effettuare un susseguirsi di foto pubblicitarie vi assicurate, al contempo, del rispetto delle regole dettate dal D.Lgs. 81/2008 e delle coperture assicurative dei “Volontari”? E’ un caso che una parte di questi volontari appartengono alle stesse ditte incaricate a svolgere lavori presso immobili comunali ? E’ un caso che i Patti di collaborazione hanno ad oggetto veri e propri interventi di manutenzione edile e non semplici prestazioni occasionali in capo alla cittadinanza attiva, che apprezzabilmente e giustamente, intende adoperarsi in maniera gratuita per la propria collettività? Tanti sono gli interrogativi che solleva questa modalità di manutenere gli immobili comunali e non, che, come precisato, il più delle volte avvengano in maniera superficiale. Pertanto chiediamo di prestare la massima attenzione affinché tutti i “Volontari” lavorino in maniera adeguata e serena, nonostante le loro capacità professionali.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Volontari senza sicurezza durante i lavori all'ex casa cantoniera"

CasertaNews è in caricamento