Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Risse e violenza in centro: Del Gaudio e Serao scrivono al prefetto

Il cahier de doleance del candidato sindaco con il Movimento delle Partite Iva: "Necessario porre un'argine"

"L’aumentare delle risse e degli episodi di violenza rappresentano un campanello d’allarme al quale è necessario porre un argine soprattutto in prossimità dell’allentamento delle misure restrittive legate al Covid. E’ per questo che, nelle prossime ore consegneremo nelle mani del prefetto un’accurata lettera nella quale chiederemo di intensificare i controlli e di riunire il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per affrontare la questione Caserta". Il candidato sindaco Pio Del Gaudio e il coordinatore cittadino della lista Autonomi e Partite Iva Giuseppe Serao si fanno portavoce delle istanze degli imprenditori del centro al termine di una riunione con i commercianti del centro e gli attivisti del Movimento.

All’incontro, oltre a Del Gaudio e Serao, hanno preso parte il coordinatore provinciale di Autonomi e Partite Iva Aldo Morgillo, il suo vice Gianluca Volpicelli, Alessandro Ciriaco, Francesco Scialla, Gianni Giaquinto, Giusy Carnevale, Paolo Farina, Stefania Origlio, Rosario Salvati, Maria Giovanna Tartaglione, Tonia Cestari, Vincenzo Guida ed Enza Cice. "Gli imprenditori del centro di Caserta, in un periodo comunque complicatissimo quale quello della pandemia, hanno sostenuto investimenti importanti senza avere nulla in cambio dall’amministrazione – hanno sottolineato Serao e Del Gaudio – per amore della città e del loro lavoro, hanno affrontato queste spese con la voglia di rendere più accoglienti e con maggiori servizi le loro attività. Il serio rischio che corrono, invece, è che le persone perbene si allontanino dal centro di Caserta, lasciato in balia di se stesso, e che solo i delinquenti e i teppisti lo frequentino. Un sindaco che vive la città avrebbe colto questo pericolo senza che fossero i commercianti a doverlo segnalare, ma chi è arroccato nella sua stanza a ‘palazzo’ è distante da quelli che sono i problemi della città. Siamo certi che il prefetto raccoglierà il grido di dolore di questi imprenditori e attiverà un presidio interforze per fare in modo che tutti possano godere di belle serate a Caserta città, all’ombra della Reggia, grazie allo straordinario impegno di commercianti che, nonostante il vuoto delle istituzioni, hanno deciso, comunque di puntare sulla loro città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse e violenza in centro: Del Gaudio e Serao scrivono al prefetto

CasertaNews è in caricamento