menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Oggi è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Oggi è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne

"Ho rischiato di morire. La vera rivoluzione deve partire dalle donne"

La storia di una vittima di violenza raccontata a Casertanews: "Non consentiamoci di dipendere da nessuno"

Oggi, 25 novembre, si celebra la giornata mondiale contro la violenza di sulle donne ma per Francesca (nome di fantasia) non è un giorno come tutti. Qualche anno fa, proprio nella notte tra il 24 ed il 25 novembre, è finita al pronto soccorso dopo l'ennesima aggressione subita da un uomo, da quello che considerava il suo compagno.

Oggi, da quell'esperienza, Francesca è cresciuta. "Ho rischiato di essere uccisa - racconta a Casertanews - Avevo dato fiducia ad una persona sbagliata. Era capace di cavalcare le mie fragilità ed utilizzarle contro di me. Quando si è infatuati è difficile essere lucidi ed accorgersene e si tende a giustificare tutto, anche la violenza. Dopo uno schiaffo pensi che non accadrà più. Perchè dopo una violenza c'è un momento di grande partecipazione e si entra in una dimensione pericolosa perchè quando si passa quel limite non si torna più indietro. Credi di poter salvare la persona che hai di fronte ed invece non puoi più farlo".

Al punto da rischiare la vita. "Gli avevo risolto un problema di lavoro. Non poteva più farmi sentire una nullità e quindi aveva bisogno di distruggermi e ci riuscì quasi. Rapporti di questo tipo non possono nemmeno essere chiamati amore, l'amore è una cosa diversa". 

Alla luce di questa esperienza "consiglio a tutte le donne di emanciparci dal concetto di amore come dipendenza. Ci vuole maggiore autostima, autonomia e fiducia in sé stesse". 

Per Francesca il vero cambiamento deve partire, appunto, dalle donne: "Siamo le prime a giudicare altre donne facendo percepire agli uomini una considerazione sbagliata nei confronti di noi stesse. Ci vuole più solidarietà tra donne ed anche nell'educazione dei figli, soprattutto maschi, facendo capire che questo questo tipo di relazioni sono sbagliate, che l'amore è una cosa diversa".

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento