menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La consigliera comunale Alessandra Vigliotti

La consigliera comunale Alessandra Vigliotti

Fondi per gli eventi e festa negata alla Pro Loco, la Vigliotti replica piccata a tutte le polemiche

La presidente della seconda commissione risponde alla Crisci ed al gruppo Alternativa

“Non è mio costume utilizzare i mezzi di comunicazione, ivi compresi quelli social, per cadere nelle polemiche sterili e spesso pretestuose dei Consiglieri Comunali di minoranza. Purtroppo stavolta devo derogare a tale mia consuetudine ed entrare nel merito delle dichiarazioni rese nelle ultime ore da esponenti, a vario titolo, dell'opposizione maddalonese”. Lo afferma Alessandra Vigliotti, presidente della seconda commissione consiliare di Maddaloni in replica alle polemiche sollevate da Gaetana Crisci sulla vicenda dei Grandi Eventi e dal gruppo Alternativa per Maddaloni per l'evento della Pro Loco annullato.

“Partiamo da quanto dichiarato dalla consiglierea Gaetana Crisci in merito ai fondi POC stanziati dalla Regione Campania - esordisce Vigliotti - Come già discusso in Seconda Commissione, dietro anche segnalazione del Consigliere Tina Santo, il progetto è già in fase di elaborazione, per una cifra richiesta di circa 20.000 euro. L’assessore Ventrone ha infatti spiegato che la cifra messa a disposizione dalla Regione per l'intera Provincia di Caserta non permette presentazione di faraonici progetti. Riguardo alla non ammissione alla stessa procedura per l'anno 2018, forse conviene ricordare alla consigliere Crisci che il progetto fu presentato in extremis, causa insediamento di questa amministrazione una manciata di ore prima della scadenza dei termini. Ci provammo. Quest'anno abbiamo ritentato. Forse saremo più fortunati. Resta il fatto che basterebbe seguire i lavori delle Commissioni, il che per un consigliere è eticamente e politicamente doveroso, per evitare brutte figure e cadute di stile. In seconda commissione, che si riunisce anche quando i miei impegni lavorativi mi tengono lontana, grazie al consigliere Amoroso e all'abnegazione degli altri consiglieri membri, abbiamo più volte affrontato temi cari alla consigliere Crisci. Come le giostrine inclusive. Solo che lo facciamo in silenzio. La politica urlata e sbandierata non mi appartiene”. 

E poi arriva la risposta al documento di Alternativa per Maddaloni sulla vicenda della Pro Loco, che si è vista negare l’autorizzazione per l’evento della scorsa settimana. “Un passaggio devo farlo anche in risposta ai Consiglieri Russo e Tagliafierro. Che giustamente chiedono lumi circa una questione che pare stia diventando questione di stato. Questa amministrazione non ha nulla contro il presidente della Pro Loco San Michele, donna che conosco e stimo. Nè contro il direttore artistico Pasquale Giordano. Sorvolo, per educazione ed eleganza, sulla figura della dottoressa Inverno. Forse perché la mia idea di Pro Loco e di volontariato mal si sposa con il fatto che questa amministrazione, tra i primissimi atti, abbia dovuto pagare alla Inverno migliaia e migliaia di euro. Soldi "guadagnati" durante l’amministrazione De Lucia, per servizi resi di cui non si è ancora vista l'utilità. Il problema rispetto alla manifestazione del 21 Giugno non è stato politico. Ma tecnico. Io mi sono personalmente informata presso gli uffici competenti: mancava, nonostante fosse stata richiesta, una parte essenziale della documentazione. A garanzia della sicurezza di organizzatori e spettatori. Quando una manifestazione imponente prevede il montaggio di palchi e di strumentazioni elettroniche, oltre che la chiusura di considerevoli e nevralgiche arterie stradali, va presentato un piano apposito, il Safety and Security Plan, che non risultava ad integrazione della documentazione già presentata. I Consiglieri Russo e Tagliafierro, in qualità anche di avvocati, capiranno che non c'erano le condizioni per concedere le dovute autorizzazioni. Il principio di incolumità e di legalità resta una priorità. Le questioni personali noi, semmai le abbiamo avute, le abbiamo chiuse quando abbiamo giurato impegno, trasparenza e salvaguardia della nostra comunità. Non a caso più di una manifestazione della Pro Loco "San Michele" ha avuto il Patrocinio, ed anche il plauso, di questa amministrazione. E personalmente mi auguro che altre possano essercene. Ma sempre nel rispetto dei vincoli e delle normative vigenti. Non fa onore allo spessore culturale e morale dei consiglieri Russo e Tagliafierro insinuare beghe di quartiere e ipotizzare rancori personali. Si creano crepe dentro cui si ficca sempre, poi, il "furbo" di turno. Lavoriamo, insieme, per far sì che simili situazioni non si verifichino per il futuro. Soffriamo ancora una penuria di funzionari e dipendenti. A volte anche le cose che dall'esterno sembrano più banali, si scontrano con le lungaggini burocratiche e la mancanza degli addetti ai lavori. E, per i prossimi eventi, auspico la presenza dei consiglieri. È più giusto criticare qualcosa solo dopo averla vissuta”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento