rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Il Ministero vuole far diventare l’Appia Antica patrimonio Unesco

Il sindaco Mirra rilancia: "Candideremo Santa Maria Capua Vetere a Capitale della Cultura"

L'Appia Antica patrimonio dell'Unesco. E' l'iniziativa avviata dal Ministero della Cultura. In particolare il Ministero della Cultura ha avviato l’iter per promuovere, su scala internazionale, la Regina Viarum, la prima grande via europea che collega Roma a Brindisi e che vede nella città di Santa Maria Capua Vetere un volano fondamentale, sia per l’importanza storica dell’antica Capua che per la pluralità, importanza e bellezza dei siti archeologici presenti in città che potranno fare da cornice a questo straordinario percorso inserendosi nell'iter che sarà attenzionato dall'Unesco.

Soddisfatto il sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra: "Una grandissima opportunità per lo sviluppo turistico e culturale del nostro territorio. La nostra città potrà ricoprire un ruolo centrale in questo importantissimo iter di valorizzazione con l’Anfiteatro Campano, l’Arco Adriano, il Mitreo, il Museo archeologico dell’antica Capua, le sue Domus, il criptoportico e tanti altri siti che fanno di questo territorio una tappa di fondamentale importanza sul percorso”. 

In questo processo il MiC ha inoltre previsto di investire importanti risorse nel restauro e nella valorizzazione di alcune evidenze archeologiche situate lungo il percorso della Via Appia. “Abbiamo sempre creduto nel percorso dell’Appia Antica come volano per il turismo e la cultura della nostra città. Con il MiC, il Polo Museale, la Soprintendenza, l’Università e la Regione Campania abbiamo avviato, già nel 2016, una proficua rete istituzionale - ha ricordato il sindaco - attraverso la quale abbiamo gettato le basi di quel trait d’union tra la storia della Regina Viarum e le sue prospettive future; la mostra di Paolo Rumiz nel 2016 e, a seguire, gli eventi dell’Appia Day così come il convegno “Appia: Regina Viarum” rappresentano solo alcune tappe di una 'visione' che, ora, avrà la possibilità di sfruttare importantissime e concrete risorse grazie alla procedura avviata dal Ministero della Cultura. Questo è un momento fondamentale da questo punto di vista e l'idea è quella di sfruttare al meglio questa fase, anche con la costituzione di un comitato scientifico, composto da Istituzioni e professionalità, per lavorare sia su questo grande progetto che sulla volontà, già espressa dal consiglio comunale, di candidare nei prossimi anni Santa Maria Capua Vetere a Capitale della Cultura, proseguendo in questo modo quel percorso avviato prima della pandemia e che intendiamo rilanciare con forza ed entusiasmo per una seria e concreta valorizzazione della nostra città”.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla deputata del Movimento 5 Stelle Margherita Del Sesto: "Il Ministero della Cultura ha formalizzato la candidatura per il riconoscimento Unesco, come “sito seriale”, della via Appia Antica, una delle più grandi opere di ingegneria civile del mondo antico, il cui tracciato è ricchissimo di testimonianze archeologiche,  architettoniche, funerarie e civili. Al fine di conservare, valorizzare e promuovere l’itinerario integrale da Roma a Brindisi dell’antica via di comunicazione sono stati direttamente coinvolti 74 Comuni, 15 Parchi, 12 Città, 4 Regioni e 25 Università". E sottolinea: "La notizia della candidatura avanzata dal MiC, finalizzata al riconoscimento della “Via Appia -  Regina Viarum” nel patrimonio mondiale dell’Umanità, è molto significativa, anche perché coinvolge diverse località del casertano ubicate lungo il tracciato dell’antica strada romana.

L’inserimento nella lista del Patrimonio Unesco - conclude la componente della VII Commissione Cultura della Camera - sarà fondamentale per stimolare, ancor più, il turismo lento e sostenibile, e per strutturare ulteriori itinerari, che potranno consentire anche la conoscenza e lo sviluppo culturale della aree interne della provincia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Ministero vuole far diventare l’Appia Antica patrimonio Unesco

CasertaNews è in caricamento