Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Vertice di maggioranza, critiche dal centrodestra: "Marino si dimetta"

Duri gli affondi da Del Rosso a Napoletano: "Tentativo per guadagnare tempo e consenso"

Scintille sul vertice di maggioranza e sul documento politico-programmatico "aperto" a tutte le forze di centrosinistra. Arrivano dalle opposizioni del centrodestra cittadino le critiche alle decisioni deliberate dalla riunione tra i capigruppo e il sindaco di Caserta Carlo Marino. 

"Non posso che esprimere la mia profonda delusione e preoccupazione - dichiara il consigliere di Fdi Pasquale Napoletano - Innanzitutto, è sconcertante che, a  tre anni dalla conclusione della consiliatura, si parli di un "documento di fine legislatura" come se ci trovassimo già agli sgoccioli del mandato. Questa mossa appare come un tentativo disperato di riacquistare credibilità e di mascherare l'evidente mancanza di risultati concreti ottenuti finora. Nonostante le promesse fatte durante la campagna elettorale, l'amministrazione ha fallito nel raggiungere gran parte degli obiettivi prefissati. Le questioni cruciali per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio sono state trascurate, e oggi ci troviamo a fronteggiare una città che necessita di interventi urgenti e di una visione chiara per il futuro. La proposta di alleggerire le responsabilità dei dirigenti e di ridistribuire le deleghe agli assessori solleva ulteriori dubbi. Queste azioni sembrano più una manovra per scaricare le responsabilità politiche piuttosto che un reale tentativo di migliorare l'efficienza amministrativa - prosegue - La rotazione del personale, avviata nel luglio 2023, è stata presentata come una misura per garantire trasparenza, ma è legittimo chiedersi quali risultati tangibili abbia prodotto finora. Il rafforzamento del rapporto tra il Sindaco e i consiglieri comunali, così come annunciato, rischia di trasformarsi in un semplice gioco di potere interno, senza apportare reali benefici alla collettività. In conclusione, questo documento politico-programmatico di fine consiliatura appare come un mero esercizio di facciata, un tentativo di guadagnare tempo e consenso senza affrontare realmente i problemi che affliggono la nostra città. I cittadini meritano un'amministrazione che lavori costantemente e con impegno per migliorare la qualità della vita, non una che si limita a fare promesse senza mantenerle", conclude Napoletano.

Sulla stessa lunghezza d'onda il consigliere Maurizio Del Rosso, coordinatore cittadino della Lega. "Siamo lieti che il Sindaco Marino prenda finalmente atto dei suoi fallimenti. Prima sconfessa l'operato dei suoi Assessori in tema di trasparenza e legalità ipotizzando di inserire in Giunta un ex magistrato e figure di alto profilo, mettendo così in discussione per primo la moralità degli assessori da lui scelti. Oggi, invece, annuncia in pompa magna un documento programmatico di fine consiliatura, quando mancano 3 anni alla scadenza naturale, consapevole evidentemente che l'esperienza amministrativa è giunta al termine. Liberi la Città da ulteriori imbarazzi e si dimetta. I casertani non meritano tutto questo”, dichiara il consigliere in una nota. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertice di maggioranza, critiche dal centrodestra: "Marino si dimetta"
CasertaNews è in caricamento