menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consigliere provinciale Basilio Vernile

Il consigliere provinciale Basilio Vernile

Vernile replica a Magliocca: "Voleva barattare il mio voto coi fondi del ristoro della centrale"

Il consigliere provinciale replica al presidente: "Più fatti e meno parole"

"Magliocca voleva barattare i soldi del ristoro per la centrale nucleare di Sessa Aurunca col mio voto favorevole in bilancio". Basilio Vernile, il consigliere provinciale del Pd tirato in ballo da Giorgio Magliocca durante la presentazione della lista per le Provinciali 'Forza Caserta', risponde a torno al presidente della Provincia che lo ha accusato di essere "manovrato" dai referenti regionali del partito.

"I soldi del ristoro nucleare sono stati sempre dirottati sul nostro territorio dai predecessori di Magliocca. Anche Zinzi (Domenico, ndr) aveva provato a non farlo ed ha dovuto subito fare marcia indietro. È su questo territorio che la gente muore di cancro più di altri. Quei soldi ci spettano. Sfido il presidente Magliocca a farne uso in altre zone e dopo, però, venire in questo territorio a spiegarlo a quei figli che hanno perso i genitori di cancro o, cosa più grave, a quei genitori che hanno perso i figli con lo stesso mostro".

Vernile poi aggiunge: "Il presidente ha omesso di dire che ha cercato di carpire il mio voto favorevole al bilancio con questi fondi. Lo ha fatto nel suo studio in Provincia ma anche durante il consiglio provinciale. L’allontanamento dall’aula con i colleghi della minoranza è scaturito dal fatto che abbiamo ritenuto la manovra finanziaria proposta al consiglio non conforme all’art 163 del TUEL. In sintesi chiedo al presidente di impegnarsi più nei fatti che nelle parole".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento