rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Aversa

Ventilatore polmonare, tute e mascherine donate alla Terapia Intensiva

La raccolta fondi ha coinvolto associazioni ed ordini professionali: obiettivo 20mila euro

Un ventilatore polmonare portatile, tute tyvek di ultima generazione e mascherine Ffp2 donate al personale sanitario del reparto di Terapia Intensiva dell'ospedale 'San Giuseppe Moscati' di Aversa, diretta dal primario facente funzioni Eufrasia Silvestro. Un 'piccolo miracolo' reso possibile grazie alla raccolta fondi 'Una mano per il Moscati di Aversa' attivata sulla piattaforma gofundme per reperire risorse gli 'angeli in corsia'.

"È un progetto partito dall' idea di un gruppo di persone di Cesa che poi si è esteso su tutto il territorio della provincia casertana che semplicemente ha deciso di intraprendere una raccolta fondi per dare una mano al nostro ospedale, punto di riferimento dell'intero Agro Aversano - spiega l'avvocato Stella Guarino - Crediamo, infatti, in iniziative di beneficenza che possano produrre un risultato concreto. In questa fase di emergenza da Covid 19 oggi più che mai crediamo sia necessario darsi da fare e dare il proprio contributo da cittadini attivi oltre che consapevoli".

Da qui nasce l'idea di una raccolta fondi a distanza "tra persone distanti ma vicine perché condividono uno stesso progetto e sposano una giusta causa: dotare il reparto di Rianimazione e Terapia Intensiva di nuovi respiratori polmonari portatili e dei necessari dispositivi di protezione individuale per la sicurezza dei medici, degli infermieri e degli operatori sanitari, risorse sempre troppe esigue per contrastare questa improvvisa emergenza", sottolinea Guarino. 

tute arrivo-2

L'iniziativa attivata sulla piattaforma gofundme persegue l'obiettivo di raggiungere la soglia dei 20.000 euro. Già sono stati raccolti 16.000 euro che hanno consentito l'acquisto del primo ventilatore polmonare, le tute di terza categoria e le mascherine Ffp2 dotazioni preziose per resistere 'in trincea' al silenzioso nemico Covid-19 che sul suo cammino ha già lasciato troppe vittime.

"Crediamo nell'impegno dei medici e degli infermieri e di tutti gli operatori sanitari a cui abbiamo deciso di dire grazie con un piccolo gesto dal significato profondo - dice ancora Stella Guarino - ci ha spinti la necessità di aiutare i più deboli perché troppo esposti, il bisogno di portare conforto e la voglia di andare oltre la disperazione di coloro a cui é stato strappato qualcuno di caro". L'acquisto di un secondo ventilatore polmonare ed ulteriori dispositivi di protezione è l'auspicio a cui punta la campagna di sensibilizzazione che ha visto il coinvolgimento di semplici cittadini, consigli dell'ordine di professionisti, associazioni ed istituzioni religiose impegnati in prima linea a tutelare il bene più prezioso: quello della vita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventilatore polmonare, tute e mascherine donate alla Terapia Intensiva

CasertaNews è in caricamento