rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità

Vandali al Macrico, Coasca: "Una ferita per l'intera città"

Il presidente Natale condanna l'episodio di teppismo

"Gli atti vandalici perpetrati alle strutture dell’ex Macrico sono una ferita per Caserta, che sognava da anni di realizzare un “Parco della Pace” proprio nel centro città a riscatto di anni di devastazione del territorio con un piano urbanistico ormai vecchio e superato". Così in una nota il presidente del Coasca (Coordinamento Associazioni Casertane) Marcello Natale intervenendo sull'episodio di teppismo avvenuto all'interno dell'ex Macrico. 

"Chi ha agito lo ha fatto di notte, le tenebre contro la luce, con intenzione di incutere paura e fermare così un progetto di rinascita e di riscatto della città - prosegue - Il vescovo di Caserta Pietro Lagnese ne è stato il promotore quando durante il “Te Deum” a chiusura dell’anno 2021 lanciava la sua proposta sull’area “ex Macrico”: 'E’ venuta l’ora che quel bene sia messo a disposizione della città ed al servizio del bene comune'. Dopo 21 anni, riprendeva il vecchio sogno del predecessore Raffaele Nogaro dando fiato alle speranze di avere finalmente a Caserta un’area verde pubblica. Da quel giorno ne è seguito da un dibattito acceso e interessante alla ricerca di idee fattive ed innovative e la costituzione di una Fondazione a sostegno del progetto. Il Coordinamento delle Associazioni Casertane condanna con fermezza un tale gesto di devastazione ed è solidale con il vescovo nella sua opera di comminare insieme per donare a Caserta finalmente un parco della pace", conclude.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali al Macrico, Coasca: "Una ferita per l'intera città"

CasertaNews è in caricamento