rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Valiante risponde ad Aveta: "Non si rende conto che un Comune si basa su regole"

Il capogruppo dei Socialisti e Riformisti replica alle polemiche sollevate dal leader dell'opposizione dopo il consiglio comunale

Non si fa attendere la risposta della maggioranza alle critiche mosse in consiglio comunale dal capogruppo di opposizione Raffaele Aveta. Stavolta è Martino Valiante, capogruppo dei Socialisti e Riformisti, a ribattere: “Il ruolo istituzionale di Aveta inizia e finisce nello show dei lavori preliminari del consiglio comunale”.

Valiante spiega: “Aveta non si rende conto che un Comune si basa su regole che evidentemente lui non riesce ancora a metabolizzare. Nessuno è contrario alle riprese video delle sedute di Consiglio ma è chiaro che tutto va fatto secondo regole precise e non attraverso una richiesta presentata tramite foglietto volante, quando i lavori stavano per cominciare, privo di timbri e certificazioni relative all’iscrizione all’albo professionale del tecnico o al numero di registrazione della testata giornalistica presso il competente Tribunale. Cosa ancora più grave, dopo aver incassato il diniego del segretario generale e del presidente dell’Assise la sua reazione, offensiva, scomposta e nervosa, nei confronti del presidente del consiglio comunale Anna Sepolvere per la sola circostanza di avergli fatto notare che la sua richiesta non rispettasse le norme regolamentari”.

E ancora: “Anche sul Piano Traffico Aveta racconta bugie. Durante il consiglio comunale abbiamo più volte provato a spiegargli alcune cose, innanzitutto che la sua petizione è stata lanciata quando la viabilità cittadina era fortemente condizionata da un’interruzione viaria - via Avezzana - assolutamente fondamentale per i flussi di traffico; in secondo luogo abbiamo più volte ricordato che l’amministrazione è in costante contatto con l’Università per una valutazione degli aspetti migliorativi da apportare esclusivamente sulla base di valutazioni scientifiche; senza parlare del fatto che questo Piano Traffico, aperto per un anno alle osservazioni di chiunque, non è mai stato affrontato nel dettaglio da Aveta quando ha avuto la possibilità di contribuirne, anche come libero cittadino, in maniera concreta e, anzi, la stessa delibera di Consiglio è stata approvata, nel maggio 2021, con il voto favorevole del Movimento 5 Stelle da lui oggi rappresentato in consiglio comunale”.

Poi aggiunge: “Infine il linguaggio che Aveta utilizza nel descrivere il nostro sindaco è frutto di fantasie, o forse frustrazioni, che lo proiettano in un mondo totalmente discordante con la realtà che è ben diversa. E' quella di un sindaco che in questi anni ha sempre dimostrato di aver fatto del confronto, dell’apertura al dialogo e della capacità di ascoltare le esigenze di tutti il leitmotiv del suo modo di amministrare. Vero è che Aveta sembra molto affezionato al termine 'monarca' dal momento che dei due consiglieri comunali del suo gruppo non abbiamo avuto ancora il piacere di conoscerne la voce”.

Valiante quindi conclude affermando che “è chiaro quindi che tutta l’attività istituzionale di Aveta mira alla strumentalizzazione. E lo dicono i fatti. In consiglio è stato approvato il bilancio consolidato, sul quale Aveta non è intervenuto votando contro senza alcuna motivazione; e non è certo la prima volta che su temi di straordinaria importanza Aveta fa scena muta. Basti ricordare che alla seduta per l’approvazione del bilancio di previsione, atto fondamentale per l’Ente, non si è nemmeno presentato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valiante risponde ad Aveta: "Non si rende conto che un Comune si basa su regole"

CasertaNews è in caricamento