Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

"Vaccino influenzale in ritardo ed i medici minacciati di denuncia dai propri pazienti"

La coordinatrice provinciale dei Verdi Rita Martone: "C'è stata un'assenza di programmazione. Ho chiesto a Borrelli di presentare una interrogazione in consiglio regionale"

“E' davvero sconcertante quanto sta accadendo per la campagna vaccinale di quest’anno". Lo denuncia la coordinatrice provinciale dei Verdi di Caserta Rita Martone: “In un momento così delicato come quello che stiamo vivendo, è surreale che lo Stato e, di conseguenza, le Regioni siano arrivati così impreparati. La Regione Campania, in particolare, da mesi pubblicizza che quest'anno è fondamentale fare il vaccino antinfluenzale ma di fatto, al momento, molti soggetti fragili e anziani non hanno ancora potuto usufruirne a causa della mancata distribuzione ai medici di base”.

Per la leader provinciale dei Verdi “l’assenza di programmazione della campagna vaccinale ha portato, come accade ormai da inizio pandemia, ad una continua pressione dei medici di famiglia che, ad oggi, già sottodimensionati, si ritrovano con tanti assistiti rimasti senza vaccino e spesso con pazienti che minacciano di denunciarli”.

Per questo motivo, aggiunge l’ex assessore al Comune di Caserta, “ho già invitato personalmente il consigliere regionale Francesco Borrelli a presentare un’interrogazione in consiglio regionale, per capire se e quando arriveranno le dosi che i medici hanno richiesto dal mese di giugno e che le Asl competenti hanno accettato come approvvigionamento dell’anno in corso. Tenendo conto che ci sono medici di famiglia che da inizio pandemia hanno sospeso l’assistenza ai propri pazienti, sono invece vicina a coloro che, quotidianamente, in prima linea, curano i propri assistiti, rischiando anche la vita”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vaccino influenzale in ritardo ed i medici minacciati di denuncia dai propri pazienti"

CasertaNews è in caricamento