Attualità

Vaccini, l'Sos dei malati di fibrosi cistica: “Non possiamo aspettare”

Il grido d'allarme di 520 cittadini campani: "Date la giusta priorità e urgenza ai soggetti estremamente vulnerabili"

"Noi non possiamo aspettare". E' il grido d'allarme sui vaccini anti Covid lanciato da 520 cittadini campani affetti da fibrosi cistica, la malattia genetica rara che colpisce principalmente l'apparato respiratorio e digerente. Nonostante il grande sforzo della Regione Campania per l'attuazione della campagna vaccinale, con l'Asl di Caserta prima per numero di dosi somministrate, sono ancora diverse le 'falle' da colmare.

''In un momento storico come questo, dove l'unica opzione valida sembra attendere inermi che tutto torni alla normalità - dicono i 520 malati di fibrosi cistica - noi non possiamo aspettare e pur riconoscendo il grande sforzo che la Regione Campania sta facendo nell'attuare il piano vaccinale, abbiamo il dovere di evidenziare l'ingiusta e paradossale discrepanza nelle disposizioni in essere''.

I pazienti chiedono che la Regione ''segua l'esempio del Lazio e della Liguria e decida di dare la giusta priorità e urgenza ai soggetti estremamente vulnerabili tra cui i malati di fibrosi cistica e ai loro caregivers. Doveva essere prassi, normalità, qualcosa di scontato - concludono - eppure non sempre le cose vanno come dovrebbero. E' tempo adesso di rimediare, di dare un lieto fine a questa storia e in fretta''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, l'Sos dei malati di fibrosi cistica: “Non possiamo aspettare”

CasertaNews è in caricamento