menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ricercatore casertano Antonio Lieto

Il ricercatore casertano Antonio Lieto

Un ricercatore casertano nominato nell'associazione che assegna il ‘Nobel dell’Informatica’

Prestigioso riconoscimento per Antonio Lieto: è tra i 125 scienziati in tutto il mondo ad essere sponsorizzato dall'Association for Computing Machinery

Il casertano Antonio Lieto, originario di Casapulla, ricercatore presso il dipartimento di Informatica dell'Università di Torino presso l'istituto di calcolo e reti ad alte prestazioni (Icar) del Cnr di Palermo, è stato di recente nominato ‘Acm Distinguisher Speaker’ dalla società americana Acm (Association for Computing Machinery).

Acm è la principale associazione scientifica internazionale nell'ambito dell'Informatica, con sede a New York, e assegna annualmente il ‘Nobel per l'Informatica’: l'Acm Turing Award (Premio Turing). Questo nuovo incarico internazionale, valido per i prossimi 3 anni, è una sorta di bollino di qualità che viene conferito al ricercatore casertano e che conferma il contributo e la rilevanza di Lieto nell'ambito della ricerca scientifica sulle tematiche di Intelligenza Artificiale, Sistemi Cognitivi e Tecnologie Persuasive.

In sostanza questa nomina permette a Lieto di entrare in un programma privilegiato, che consente ad un numero ristretto di scienziati e ricercatori (125 in tutto il mondo di cui solo 4 italiani) di essere sponsorizzati direttamente dalla associazione scientifica americana ACM quando vengono invitati a tenere conferenze nazionali o internazionali sui temi di propria competenza, che spaziano su tutte le aree dell'informatica (dalla cybersecurity, all'intelligenza artificiale, all'interazione uomo-macchina etc.).

L’Acm, con tale sponsorizzazione, funge da ‘garante’ della elevata qualità scientifica del relatore. La ricerca condotta da Lieto è da tempo stata riconosciuta dalla comunità scientifica internazionale, anche attraverso altri prestigiosi premi (nel 2018 ha ricevuto a Praga il premio internazionale ‘Outstanding Research Award’ dalla società americana BICA, Biologically Inspired Cognitive Architecture Society, per i suoi studi sui sistemi artificiali di ispirazione cognitiva) e attraverso prestigiosi incarichi di rappresentanza scientifici (il ricercatore casertano è attualmente Vice-Presidente dell'Associazione Italiana di Scienze Cognitive).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento