Attualità Tora e Piccilli

Troppi debiti, il Comune ‘fallisce’: dichiarato il dissesto finanziario

Dichiarato dal commissario che guida l’Ente: “Impossibile recuperare un milione e mezzo di debiti”

Ad un mese dalle elezioni comunali il commissario prefettizio che guida il Comune di Tora e Piccilli, Paola Ponticelli, dichiara il dissesto finanziario per l'Ente. Una bella gatta da pelare per la politica che dovrà affrontare la gestione del Comune dopo la fine del mandato del commissario (quindi dopo le amministrative).

Ponticelli ha preso questa decisione perché sono arrivati due pareri sfavorevoli allo schema di bilancio di previsione finanziario per il triennio 2021-23. C'è stato il 'no' del Revisore dei Conti e il parere non favorevole del responsabile finanziario del Municipio. E stesso discorso facciasi anche per il riaccertamento ordinario dei residui fino al 31 dicembre 2020 e per lo schema di rendiconto del 2020.

Entrando nel dettaglio si sottolinea che ci sono quasi un milione e mezzo di debiti che non si capisce se hanno "adeguata copertura di bilancio" ovvero, prosegue l'organo di revisione "se sono compresi nei residui passivi evidenziati nel rendiconto 2020 per 2 milioni e 371mila euro, forieri pertanto di probabili debiti fuori bilancio".

E anche sulle somme da incassare ci sono grosse difficoltà perché "nulla viene riferito sulle modalità di riscossione e sulle azioni intraprese per il recupero delle entrate".

Quindi "l'Ente non è in grado di sopportare l'onere finanziario accumulato" e "la struttura dell'Ente è carente".

Tutta la documentazione è stata inviata già al Ministero dell'Interno e alla Procura regionale della Corte dei Conti e presto sarà anche 'organizzato' l'Organismo straordinario di liquidazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi debiti, il Comune ‘fallisce’: dichiarato il dissesto finanziario

CasertaNews è in caricamento