Attualità

"Troppa gente in strada". Ora il governo pensa alla zona rossa nelle giornate a rischio

il governo sta valutando un irrigidimento delle misure anticontagio nei giorni festivi e prefestivi

Le tantissime persone che hanno affollato le strade di tutte le città non sono passate inosservate. Le prime avvisaglie di ciò che potrebbe accadere nei prossimi giorni con l'avvicinarsi del Natale ed il rallentamento delle restrizioni (a Caserta e Marcianise ci sono stati chiari esempi) sono "arrivate" anche a Roma, da dove flirtano possibilità di provvedimenti estremi.

Secondo quanto riporta l'Ansa, infatti, il governo sta valutando un irrigidimento delle misure anticontagio nei giorni festivi e prefestivi: l'idea è quella di rendere tutta l'Italia zona rossa o arancione nelle giornate più a rischio, permettendo però un allentamento per i piccoli Comuni. Si valuta una deroga che dia, a chi abiti in paesi sotto i 5000 abitanti, la possibilità di spostarsi entro i 30 chilometri. E' quanto si apprende da fonti di governo al termine della riunione dei capi delegazione.

L'ipotesi è adottare norme omogenee in tutta Italia, con un irrigidimento delle disposizioni come annunciato anche dalla Merkel in Germania, per evitare la terza ondata. Non si sarebbe entrati nello specifico delle misure, anche perché si vuole attendere l'incontro previsto con il Cts. Una riunione tra i capidelegazione della maggioranza, il Cts e la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese è infatti in programma lunedì.

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ospite di 'Che tempo che fa' da Fabio Fazio ha ribadito la sua idea: "Se allentiamo le restrizioni per Natale rischiamo altri 10mila morti per Covid".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Troppa gente in strada". Ora il governo pensa alla zona rossa nelle giornate a rischio

CasertaNews è in caricamento