rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Stop al tribunale ‘spezzatino’, terminati i lavori per il trasferimento nell’ex caserma Fiore

L’immobile in fase di collaudo, entro fine anno il trasferimento di aule e cancellerie

Sarà consegnata entro l’anno in corso l’ex caserma ‘Mario Fiore’, dove i lavori di ristrutturazione sono ormai ultimati. In poco più di un mese l’immobile, attualmente in fase di collaudo, potrà essere utilizzato quindi come nuova sede del settore civile del tribunale sammaritano. Una notizia attesa da avvocati e magistrati, dopo la soppressione dello scorso 13 settembre della sezione distaccata di via Graefer a Caserta del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, con un blocco del trasferimento nella struttura dell’ex caserma di cancellerie e aule d’udienza perché la ‘Mario Fiore’ non era ancora stata consegnata al Ministero della Giustizia.

Sono stati quindi mesi di grande difficoltà per l’intero comparto giustizia, col presidente del Tribunale Casella costretta ad emanare un decreto con il quale, in via provvisoria, trasferiva le cancellerie della soppressa articolazione territoriale di Caserta, presso il Tribunale Civile di Santa Maria Capua Vetere, sito attualmente presso l'immobile in via Santagata, mentre le aule venivano allocate addirittura in località Grattapulci, dove è ospitato anche l’ufficio del Giudice di pace.

“Finalmente dopo che abbiamo seguito per settimane la questione il ministero è intervenuto – spiegano i parlamentari casertani del Movimento 5 Stelle Giuseppe Buompane e Antonio Del Monaco - comunicando ufficialmente che è stata ultimata la ristrutturazione dell’ex Caserma “Mario Fiore” di Santa Maria Capua Vetere ove sarà trasferito il settore civile. L’immobile ora in fase di collaudo, sarà consegnato all’amministrazione entro l’anno in corso, con un conseguente risparmio di spesa. Il settore civile infatti risulta attualmente ubicato in un immobile assolutamente non idoneo ed in locazione passiva. E’ nota, poi, a tutti la proprietà dell’immobile ove attualmente insiste il settore civile del Tribunale e che crea un vero e proprio paradosso della giustizia nel nostro territorio; paradosso sottolineato negli anni anche da autorevoli esponenti della magistratura sammaritana, come Antonio D’Amato, procuratore aggiunto di Santa Maria Capua Vetere e componente della Giunta distrettuale dell’Associazione nazionale magistrati di Napoli. Inoltre, il ministero comunica come al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere è stato assegnato anche il nuovo fabbricato, di proprietà comunale ma concesso in comodato gratuito, denominato “Ex Casa Comunale”, generando un sostanziale miglioramento delle condizioni lavorative generali. Presso la sede di Via Grafer in Caserta, infine, verranno dislocati gli uffici del Giudice di Pace di Caserta. Tali interventi permetteranno agli operatori della Giustizia - in un territorio già provato dalla pertinace presenza della criminalità organizzata - di tornare a lavorare nelle migliori condizioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop al tribunale ‘spezzatino’, terminati i lavori per il trasferimento nell’ex caserma Fiore

CasertaNews è in caricamento