rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità

Transizione ecologica, c'è il 'patto' con l'Università

La Giunta Comunale di Caserta ha adottato la delibera per un nuovo accordo di collaborazione con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche (DiSTABiF) dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. 

Stamani (15 dicembre) la Giunta Comunale di Caserta ha adottato la delibera per un nuovo accordo di collaborazione con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche (DiSTABiF) dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. 

Il sindaco di Caserta Carlo Marino ha dichiarato: “Per affrontare le sfide in merito alla transizione ecologica, anche alla luce di nuovi strumenti e conoscenze, è fondamentale favorire e incentivare il lavoro delle giovani menti che, con maggiore consapevolezza, possono attivamente contribuire al raggiungimento di tali obiettivi”. 

L’assessore all’Ambiente, all’Ecologia e alla Transizione Ecologica Carmela Mucherino in merito ha aggiunto che “la cooperazione multilivello tra enti è fondamentale per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile richiesti nell’Agenda 2030”. 

Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli potrà collaborare in attività di ricerca e sviluppo nell’ambito dei progetti in materia di efficientamento energetico, sostenibilità ambientale, comunità energetiche e pianificazione energetica, come il Paesc (Piano d'azione per l'energia sostenibile) e i piani attuativi.

L’accordo prevede anche attività di formazione congiunta di studenti e giovani ricercatori dell'Ateneo, con ospitalità presso il Comune di Caserta per tesi di laurea triennali, magistrali e tirocini e l’impegno sin da ora a partecipare insieme a eventuali bandi promossi da istituzioni internazionali (UE), nazionali (Ministeri) o Regione Campania, come PNRR, FESR e FSE Campania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Transizione ecologica, c'è il 'patto' con l'Università

CasertaNews è in caricamento