rotate-mobile
Attualità Capua

Appello al commissario: "I tir fanno tremare le case"

"Insieme per Capua" pone l'accento sui problemi nella frazione di Sant'Angelo in Formis

La sicurezza in via della Libertà di Sant'Angelo in Formis rappresenta una delle priorità per i cittadini della frazione di Capua. Per questo il coordinatore cittadino del movimento civico “Insieme per Capua”, Roberto Barresi, si è incontrato con la sub commissaria prefettizia del Comune di Capua, Giuliana Semprebuono.

Nel corso del colloquio, Barresi ha evidenziato la problematica di via della Libertà, strada principale della frazione di Sant'Angelo in Formis, ad alta densità di traffico, percorsa a tutte le ore da automezzi pesanti, con grave disagio patito dagli abitanti delle abitazioni prospicienti. "Infatti questi automezzi che transitano anche a velocità elevata, soprattutto nelle ore notturne, determinano - fanno sapere da Insieme per Capua - rilevanti vibrazioni nelle case e, in alcuni casi, addirittura crepe nei muri". L’esponente di “Insieme per Capua” ha spiegato che a causa dell’apertura della variante SS 700 (variante Anas) e del casello autostradale di Santa Maria Capua Vetere, "vi è stato un considerevole aumento del transito di veicoli, specialmente nelle ore di punta, lungo via della Libertà. Chi ha la sfortuna di abitare sul primo tratto della strada, dalla pavimentazione ormai distrutta a causa di innumerevoli avvallamenti e dissesti creati dai pesanti automezzi transitanti, è costretto a vivere nel pieno di un continuo, gravissimo e costante stato di pericolo, dovuto al persistente inquinamento acustico ed ambientale. Per non parlare poi dei tremori e dei sussulti degli interi edifici al passare di Tir e bisarche che si susseguono di giorno e di notte a velocità sostenuta".

Barresi ha poi aggiunto: "La presenza di segnaletica verticale non è sufficiente a far rispettare un qualunque banale limite di velocità al passaggio in un centro abitato, mentre la segnaletica orizzontale è inesistente e mai oggetto di adeguata manutenzione. Si riscontra anche l’inosservanza dei più banali obblighi imposti dal Codice della Strada, cui gli automobilisti tutti dovrebbero sottostare, specialmente al passaggio in un centro abitato".

Il coordinatore di “Insieme per Capua” ha evidenziato che “i cittadini della frazione non meritano di vivere questi continui disagi. Basterebbe regolare il transito dei mezzi pesanti in questa strada, con economici e semplici interventi, come la realizzazione di ulteriori dossi e l’emanazione del divieto notturno di passaggio, nell’attesa di fondi che dovrebbero essere destinati al rifacimento totale della strada, ormai pericolosa per la sicurezza”.

Peraltro, Barresi ha evidenziato che, in ordine alla grave problematica, era stata anche presentata nei mesi scorsi una petizione che però, come dichiarato dalla Semprebuono, non può trovare immediato riscontro, a causa di problemi economici e tempi tecnici non brevi. "La sub commissaria Semprebuono, dimostrando grande sensibilità, ha comunque assicurato - ha concluso Barresi - la massima attenzione, relativamente a quanto esposto da Barresi e ha rappresentato la disponibilità a valutare opportunamente la problematica esposta. Non resta che sperare nei rapidi provvedimenti, giustamente richiesti da 'Insieme per Capua', nonché in un’attenta valutazioni di ipotesi di soluzione del grave problema".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello al commissario: "I tir fanno tremare le case"

CasertaNews è in caricamento