menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I crolli del terremoto dell'80

I crolli del terremoto dell'80

Terremoto del 1980, oltre 8 milioni di euro per il casertano ancora nei cassetti

La presenza di soldi stanziati e non utilizzati è emersa da una report di Banca d'Italia

E' stato approvato dal Governo il Decreto Legge "Terremoto", per l'accelerazione ed il completamento delle ricostruzioni e per superare situazioni tuttora emergenziali in alcuni comuni della Campania e della Basilicata colpiti da eventi sismici del 1980 e 1981. Ad annunciarlo è stato il deputato del M5s Generoso Maraia: "Nello specifico, vogliamo che vengano assegnate alle Province e ai Comuni del cratere le competenze di spesa, programmazione e controllo delle somme e dei residui".

Da un report della Banca d'Italia è emersa la presenza di soldi stanziati e ancora non dati ai comuni che hanno subito il terremoto del 1980. Risultano infatti sussistere giacenze di risorse di 8,9 milioni di euro per la provincia di Caserta, 47,5 milioni di euro per i comuni della provincia di Avellino, 9,8 milioni di euro per i comuni di Benevento, 56,5 milioni di euro per la provincia di Napoli e 40,3 milioni di euro per la provincia di Salerno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento