menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vertice

Il vertice

Terra dei Fuochi, Costa: "Aumentano denunce ma roghi vanno azzerati"

Vertice con i prefetti di Caserta e Napoli per un piano operativo di controllo del territorio

Più arresti, denunce e sequestri ma anche più roghi nella Terra dei Fuochi. Per questo si è svolto oggi alla Prefettura di Napoli un vertice con il ministro all'Ambiente Sergio Costa per assumere "un servizio straordinario delle forze di polizia di presidio del territorio e di attività investigativa e operativa sul territorio della cosidetta Terra dei fuochi".

Un tavolo di confronto, di concerto con le prefetture di Napoli e Caserta, per fissare i punti "di uno stretto piano operativo - ha rivelato Costa a margine - il controllo del territorio con tutte le forze di polizia e le forze armate; un coordinamento stretto di natura settimanale da parte del prefetto coordinatore di Napoli e delle due prefetture (Napoli e Caserta, ndr) e una valutazione dei risultati su base settimanale. Il risultato quindi si va a misurare e se va riorganizzato qualcosa si fa per la settimana successiva e così via".

Inoltre, aggiunge Costa, "abbiamo disegnato il quadro dell'impegno dei comuni; l'impegno dei consorzi di filiera per il riciclo perché dobbiamo alzare la differenziata ma anche il riciclo. E poi l'impegno dei cittadini sul territorio di ogni singolo comune". Quanto al disegno di legge Terra mia "non appena avremo gli esiti ministeriali si approverà in parlamento".

"I sequestri, i controlli, gli arresti e le denunce sono aumentati – conclude il ministro - ma sui roghi serve una riorganizzazione su cui oggi abbiamo fatto un punto. I roghi tossici vanno azzerati". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento