Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Dalle lacrime di sangue alle 757 apparizioni celestiali: Caserta ricorda Teresa Musco

E' morta 45 anni fa: al Duomo la messa officiata dal vescovo Pietro Lagnese

Giovedì prossimo 19 agosto, alle ore 11, nel Duomo di Caserta, solenne Eucarestia e cerimonia liturgica per ricordare i 45 anni della morte di Teresa Musco, la mistica di Caiazzo che visse la sua breve ed intensa vita in Via Battistessa nel Capoluogo, dove è rimasta intatta la sua abitazione che è meta di molti visitatori e pellegrini.

A presiedere la solenne cerimonia il nuovo Vescovo di Caserta Pietro Lagnese assistito da numerosi sacerdoti della Diocesi tra cui il parroco del Duomo don Enzo de Caprio e il fratello spirituale di Teresa Musco, Padre Franco Amico, rettore del Santuario di Leporano (Camigliano) che assistette, insieme al direttore dei Salesiani di Caserta e guida spirituale di Teresa, don Giuseppe Borra,  la mistica fino alla sua morte.

E’ costituita una fondazione presieduta dal sammaritano Franco Guarino che insieme a Padre Franco Amico, si è fatto promotore della causa di beatificazione della mistica stigmatizzata che mori a soli 33 anni. Il processo di beatificazione oramai è maturo e la causa è nelle mani del neo vescovo di Caserta.

La città di Santa Maria Capua V etere, particolarmente sensibile a Teresa Musco, le ha intitolato una piazzetta ubicata nel lato posteriore dell’Anfiteatro Campano su proposta dell’assessore della passata amministrazione comunale Gaetano Crisileo.

Sulla mistica casertana sono stati scritti numerosi libri tra cui ricordiamo quello di Padre Gabriele M. Roschini dal titolo: "Crocifissa col Crocifisso" e dal Padre Antonio Gallo dal titolo:"Studio biografico su Teresa Musco” . Fenomeni veramente impressionanti e che lasciano molto su cui pensare si sono verificati nella sua abitazione. Alcune statue di Gesù e della Vergine hanno versato lacrime di sangue. Testimone principale di queste manifestazioni Padre Franco Amico che conserva le immagini nella Chiesa di Leporano dove è altresì custodito il bambinello Gesù con gli occhi intriso di lacrime.

Durante la sua breve vita Teresa ha assistito a 567 manifestazioni di Cristo, 190 della Vergine Santa e i fenomeni in totale (verbalizzati e sottoscritti da testimoni oculari) sono stati 757. In queste immagini Nostro Signore e la Vergine Santa ci fanno rivivere la tragica realtà del Calvario: Cristo continua a morire per noi, la Redenzione è in continua attuazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle lacrime di sangue alle 757 apparizioni celestiali: Caserta ricorda Teresa Musco

CasertaNews è in caricamento